“Natale per due”, Gassamn e Brignano su Sky. Si ride ma non evocate il “telepanettone”

“Natale per due”, Gassamn e Brignano su Sky. Si ride ma non evocate il “telepanettone”

L’hanno già battezzato il telepanettone, la realtà è che “Natale per due“, il film tv che Sky manderà in onda…


L’hanno già battezzato il telepanettone, la realtà è che “Natale per due“, il film tv che Sky manderà in onda nel periodo natalizio, segna una svolta nelle produzioni fiction della pay tv, sinora dedicate esclusivamente a polizieschi e crime story. Protagonisti due attori di primo livello che più diversi sarebbe impossibile: Enrico Brignano, col suo volto casereccio e sempliciotto di cocco di mamma e Alessandro Gassman, bello, anzi bellissimo, superbo e dai tratti aristocratici.
Ma non sarà un telepanettone, ha assicurato Alessandro alla presentazione, nel senso che non si gioca sulla battuta ma sulla sulla situazione, dunque sulla psicologia dei personaggi.

Diretto da Giambattista Avellino (C’è chi dice no), Natale per due è un film on the road che si dipana lungo le situazioni che nascono in un viaggio da Palermo a Torino. Due dipendenti della stessa azienda: Claudio (Gassman), un cinico “tagliatore di teste” e Brignano l’umile e impacciato operaio che deve essere licenziato. Due uomini sul fronte opposto costretti dal viaggio ad una convivenza coatta e accidentata. Tra peripezie e imprevisti dal risvolto comico l’odissea li farà ritrovare vicini ed amici. Il film segue naturalmente il filone delle avventure su strada italian style che vanta precedenti illustri, da Il sorpasso a In viaggio con papà, sino ad arrivare al successo firmato Rocco Papaleo e che vedeva tra gli interpreti lo stesso Gassman di Basilicata coast to coast. Ma segue allo stesso modo la tradizone della commedia italiana col suo fondo d’amaro.

Brignano (Foto Giordano Bruno)

Reletivamente ai prossimi progetti Sky, il responsabile della produzioni per l’Italia, Nils Hartman ha annunciato l’arrivo di “Faccia d’angelo“, serie con Elio Germano nel ruolo del bossa della mafia del Brenta Felice Maniero e “Gomorra“. Insomma, commedie sì ma le care, “vecchie” storie criminali restano un punto di forza della tv di Murdoch.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto