Narcos, la leggenda di Pablo Escobar rivive una serie tv tv

Narcos, la leggenda di Pablo Escobar rivive una serie tv tv

Il 28 agosto sulla piattaforma Netflix, la patria dello streaming legale, viene diffusa la serie tv che dello spaccio di droga ne fa il suo cavallo di battaglia. Ed è subito Cult!


La piattaforma streaming americana che dal prossimo ottobre arriverà anche in Italia, sforna un altro grande capolavoro della serialità moderna. Dal 28 Agosto infatti i dieci episodi che compongono la serie “Narcos” sono stati diffusi per una grande full immersion nel mondo della droga. La Netflix con questa serie che sicuramente farà discutere, continua ad imporsi come leader dell’intrattenimento producendo serie dal grande appeal e costruite con cognizione di causa.

Narcos è l’ultima in ordine di apparizione se pensiamo ad House of Cards (il thriller politico con Kevin Spacey), Orange is the News Black (dramma carcerario tutto al femminile), Marco Polo (con l’italianissimo Lorenzo Richelmy), Grace and Frankie (comedy con Jane Fonda), Marvel’s Daredevil (prima comic-series del network), Sense8 (dai creatori di Matrix) senza dimenticare Hemlock Grove e l’imminente Marvel’s Jessica Jones. La Netflix è un crogiolo di grande intrattenimento per tutti i gusti, per qualsiasi tipo di spettatore in cerca di una serie frivola o di un drama impegnativo.

Narcos è il punto di arrivo di un cammino costruito con tanta voglia di fare e soprattutto con la voglia di stupire il vero serial maniac. Lo show che è in bilico fra in crime drama ed un falso documentario, illustra senza peli sulla lingua l’ascesa al potere come signore della droga di Pablo Escobar. Dal contrabbando di sigarette allo spaccio fra le spiagge di Miami, un cammino costellato di ricatti, sparatorie e colpi bassi che, inevitabilmente, hanno contribuito a far crescere l’ego del malavitoso. Escobar infatti era un uomo carismatico, fedele a sua moglie ma di una crudeltà mai vista prima. La DEA però ha sempre messo io bastoni fra le ruote al noto malavitoso dato che, nella serie tv stessa, un aitante poliziotto cerca in tutti i modi di minare il traffico dalla Colombia. Inizierà così un gioco al gatto con il topo che capitolerà in una situazione altamente pericolosa.

Narcos è una serie quindi che parte con la vittoria in tasca fin dal suo incipit, perché è capace di raccontare luci ed ombre di entrambi i protagonisti: la giustizia e la malavita sono infatti i due lati della stessa medaglia, legalità ed illegalità si confondono in un mare di finto perbenismo e di grande intrattenimento, facendo emergere un substrato di grande impatto visivo. Narcos infatti anche se è recitato pressoché in spagnolo, riesce a romanzare tutti i fatti di cronaca nera che hanno coinvolto l’opinione pubblica di quel periodo, mentre lo storytelling della serie tv non fa altro che dare enfasi alla narrazione.
In un momento di grande espansione per Netflix, Narcos segna l’attimo in cui la piattaforma streaming ha compiuto il salto di qualità.

Per i più attenti il mito di Escobar è vissuto già in una serie tv seppur in minima parte. In Entourage – storica dramedy della HBO – il protagonista si trovò a vestire i panni dello spacciatore in un fittizio lungometraggio a lui dedicato.

di Carlo Lanna





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto