Moto Gp Qatar – Valentino Rossi e Marc Marquez, il duello che incendia il motomondiale

Moto Gp Qatar – Valentino Rossi e Marc Marquez, il duello che incendia il motomondiale

Il circuito di Losail ha visto grandi protagonisti il Dottore e l’iridato del 2013, la stagione 2014 si annuncia entusiasmante


La MotoGp si è aperta con il botto ieri sera. Il mondiale delle due ruote ha riservato botti e botte. Fantastico il primo, grande corpo a corpo della stagione con Valentino Rossi e Marc Marquez che hanno deliziato il pubblico presente sul circuito di Losail e quello televisivo di Cielo Tv e Sky. In molti hanno però rimarcato l’assenza, dopo tanti anni, di Guido Meda in telecronaca.

Cadute e delusioni si sono alternate. Jorge Lorenzo è sembrato pimpante: grande partenza del fuoriclasse spagnolo che si è subito portato in testa al primo giro. Tuttavia, dopo poche curve, la sua Yamaha lo ha tradito: rovinosa caduta e zero punti. Sorprese, in positivo, da piloti come Bradl, Smith, Iannone, Bautista e il debuttante Redding: seppur outsider, si sono dimostrati competitivi e già pronti per ambire al podio.

Pedrosa è il classico diesel ma sembra che il suo inizio di stagione abbia già indicato il suo destino: il ruolo del terzo incomodo gli calza a pennello. Espargaro, invece, ottimo quarto. Capitolo Ducati: le rosse di Borgo Panigale guidate da Cal Crutchlow e Andrea Dovizioso hanno terminato al sesto e quinto posto, perdendo lentamente terreno dai primi. E’ stata una gara condizionata da alcuni problemi, giocata un po’ sulla difensiva ma ci potrebbero essere le premesse per tornare nella bagarre per le posizioni importanti.

Le prossime gare misureranno il polso della situazione. Marquez, battagliero e arcigno, ha chiuso tutte le porte al Dottore che ha dato segni di rinascita. Ora tocca a Lorenzo e Pedrosa dimostrare di non essere da meno. La caduta di Jorge fa male al morale, partire con 25 punti di distacco dall’avversario numero uno per la lotta al titolo non è sicuramente incoraggiante.

Per commentare con noi la MotoGp seguiteci su Facebook cliccando qui. (a.f.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto