Morgan, rinviato lo sfratto del cantante: colpa di un malore?

Morgan, rinviato lo sfratto del cantante: colpa di un malore?

Il pignoramento deciso dal Tribunale di Monza che doveva avvenire in data odierna, è stato rinviato. I motivi svelati dal portale Fanpage.


Oggi, venerdì 14 giugno 2019, Marco Castoldi avrebbe dovuto abbandonare la sua casa di Monza, a causa del pignoramento e del conseguente sfratto della stessa, deciso dal Tribunale di Monza. La causa sarebbe da ritrovare nella mancanza di pagamento di alcune tasse. Attraverso le pagine de ‘Il Fatto Quotidiano’, Morgan aveva lanciato un appello per organizzare un flash mob contro il suo imminente sfratto. L’appello ha avuto risonanza e, questa mattina, sembra che molte persone si siano radunate in via Adamello 8, tra cui l’amico e cofondatore dei Bluvertigo, Andrea Fumagalli ma, come riporta il sito ‘Fanpage’, lo sfratto è stato rinviato. “Stando a quanto appreso dai giornalisti di Fanpage, presenti sul posto [Morgan] – si legge sul sito – avrebbe richiesto l’intervento di un medico per essere visitato, forse a causa di un malore. Non si sa se sia stato proprio questo il motivo che ha portato al rinvio dello sfratto”.

Secondo ‘Fanpage’, Morgan ha rifiutato l’offerta di uno dei residenti della zona, che si aveva messo a disposizione del cantante due appartamenti dove poter alloggiare. Castoldi, nelle ultime dichiarazioni, aveva dichiarato di  “aver subito lo sfratto per colpa di un commercialista truffaldino che ha gestito malamente la mia situazione finanziaria” e quindi di essere semplicemente una vittima di un’ingiustizia.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto