Montlabano stravince, l’Isola galleggia sulla banalità della cattiveria

Montlabano stravince, l’Isola galleggia sulla banalità della cattiveria

Da Montalbano all’Isola dei famosi, dalla raffinata scrittura di Camilleri, al cannibalismo “real time” di naufraghi dello show biz in…


Da Montalbano all’Isola dei famosi, dalla raffinata scrittura di Camilleri, al cannibalismo “real time” di naufraghi dello show biz in cerca di riscatto. La tv è bella perché varia. O avariata?

La seconda puntata della fiction Il giovane Montalbano con Michele Riondino ha ottenuto 7.299.000 telespettatori, share 27,18%. Un successo confermato e Rai1 tira un sospiro di sollievo. Ma anche Rai2 gioisce, L’isola dei famosi è stata seguita da 3.313.000 telespettatori, share 14,37%, di fatto il secondo programma del prime time nella serata di ieri.

La nuova serie dell‘Isola condotta da Nicola Savino con Vladimir Luxuria, sembra vivere di buona o quantomeno discreta salute. Ce ne rallegriamo per le casse della tv pubblica (che è di tutti e dunque anche nostra sigh) e proviamo a cercare di capire perché l’anno scorso Simona Ventura sia stata costretta, per ridare ossigeno a una trasmissione boccheggiante, a mettersi in gioco in prima persona e ad arrivare a vestire essa stessa i panni della naufraga. Cos’è cambiato quest’anno? I conduttori, certo, ma la sensazione è che siano i concorrenti la vera chiave di questa resurrezione. O meglio, la loro cattiveria. Apicella che urla al “r…ne”, l’attempato Divino Otelma che infierisce quotidianamente su una ragazzotta dall’aria “coatta”, Guendalina Tavassi, ricoprendola di insulti. Tre giovani che programmano di negare il cibo agli anziani (Andrea, Guendalina, il modello brasiliano Jivago). Tutto questo mentre sull’altra isola, quella detta degli “eroi” va in scena la farsa di una dittatura. Enzo Paolo Turchi e Carmen Russo impongono regole e leggi, il “mastino” Max accondiscende per convenienza alzando il vessillo della presunta lealtà sportiva, qualcuno tenta timidamente di ribellarsi ma  desiste per non incorrere nelle ire del “vecchio” Enzo Paolo che coi suoi 60 anni tanto vorrebbe inondare l’Isola di saggezza, e intanto Valeria Marini e Nina Moric fanno a gara a screditarsi a vicenda, avendo cura di non accapigliarsi per non mettere a rischio le extension… la cattiveria paga. O no?





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto