Miriam Leone e gli stalker: “Mi aspettavano sotto casa, mi inviavano foto oscene”

Miriam Leone e gli stalker: “Mi aspettavano sotto casa, mi inviavano foto oscene”

La bella attrice, ex miss Italia, Miriam Leone ha raccontato la sua brutta esperienza vissuta a causa degli stalker che la perseguitavano


Bellissima, classe 1985 ed Miss Italia nel 2008. Il suo nome è Miriam Leone ed in molti l’hanno recentemente apprezzata nella serie di Sky 1992, dove è stata protagonista di scene di sesso molto esplicite. Forse è stata la sua avvenenza, unite a delle scene hot, ad ispirare negativamente alcune persone che l’hanno perseguitato e caratterizzandosi di fatto come veri e propri stalker. Miriam ha raccontato la sua esperienza a Vanity Fair, parlando di come è riuscita a porre freno ad una situazione che davvero si stava mettendo male. Miriam ha infatti raccontato che uno stalker le inviava foto del suo membro in continuazione, eretto o meno. Un altro uomo l’aspettava tutte le sere sotto casa. L’attrice ha deciso di chiudere il suo profilo Facebook e cambiare addirittura casa, visto che in quella precedente non si sentiva più al sicuro.

Miriam Leone ha poi parlato della fiction “Non uccidere” che a breve andrà in  onda su Rai 3 ed in cui ha recitato senza trucco: “La prima volta che mi sono rivista, no. La seconda mi sono detta: “È così che sei quando fai colazione ogni mattina”. E poi ormai mi prendo la libertà anche di non piacere. È stata una rivoluzione gentile”.

L’attrice ha infine raccontato di come sia stato difficile per il suo fidanzato, Devide Dileo, Boosta dei Subsonica, accettare le scene di sesso presenti in 1992: “È stato difficile, lo è stare con chi fa il mio lavoro. Ma due persone che si amano superano tutto quello che non perdoneresti mai a uno di passaggio”. 

Miriam spera anche che suo padre, quando trasmetteranno la serie in chiaro, possa non vederla: “Nonostante l’imbarazzo, dovevo interpretare un’aspirante soubrette pronta a vendersi al miglior offerente pur di fare carriera nello spettacolo: farle è stata una questione di professionalità. Fortunatamente mio padre non ha Sky, e sto ipotizzando di regalargli un viaggio a Cuba adesso che ridaranno la serie in chiaro.”

Simona Vitale

 





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto