Milano, ultimi giorni per Cézanne

Milano, ultimi giorni per Cézanne

MILANO – Domenica 26 febbraio chiude la mostra Cézanne. Les ateliers du Midi, allestita a Palazzo Reale dal 20 ottobre…


MILANO – Domenica 26 febbraio chiude la mostra Cézanne. Les ateliers du Midi, allestita a Palazzo Reale dal 20 ottobre scorso, di gran lunga la mostra più visitata della stagione. L’esposizione si avvia infatti a superare i 200.000 visitatori.
Per dar modo di visitare la mostra a chi ancora non lo avesse potuto fare, il Comune di Milano e Skira hanno deciso l’apertura straordinaria dell’esposizione sino alle ore 24 nei giorni di giovedì 23, venerdì 24 e sabato 25 febbraio (la biglietteria chiuderà come di consueto un’ora prima, quindi alle 23).

Da venerdì 24 febbraio alle 14.30 sarà possibile ammirare in mostra le “opere” realizzate dai bambini di asili e scuole elementari milanesi che hanno partecipato a Con gli occhi di Cézanne, i laboratori organizzati dalla Sezione Didattica Palazzo Reale del Comune di Milano. L’esposizione dei bambini sarà gratuita e accessibile dall’ingresso aperto su Piazzetta Reale.

Domenica 26 febbraio, per l’ultima giornata di apertura, tutti i bambini dai 4 ai 10 anni potranno accedere dalle ore 13.00 alle ore 17.00 nello spazio-laboratorio della mostra, l’Atelier des Enfants, con attività dedicate al mondo di Cézanne. Gli esperti di Arte per Gioco saranno a disposizione dei giovani visitatori per disegnare nature morte e paesaggi proprio come il grande Paul.

Promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, ideata da Skira editore e prodotta da Comune di Milano-Cultura, Palazzo Reale e Skira editore, la mostra si avvale del supporto straordinario del Musée d’Orsay, che ha prestato un eccezionale gruppo di opere, ed è curata da Rudy Chiappini con la collaborazione di Denis Coutagne, e di un Comitato Scientifico comprendente Philippe Cézanne, pronipote dell’artista e Guy Cogeval, Direttore del Musée d’Orsay.

L’esposizione ha raccolto opere provenienti da grandi musei internazionali, tra i quali figurano, oltre al già citato Musée d’Orsay, il Musée de l’Orangerie e il Petit Palais di Parigi, la Tate, l’Hermitage, la National Gallery di Washington. Una mostra imperdibile, da consigliare e magari rivedere entro il 26 febbraio.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto