Michelle Bonev in “Donne in gioco”

Michelle Bonev in “Donne in gioco”

La miniserie che dichiara guerra al gioco d’azzardo in onda stasera e domani sul Canale 5


“In Italia ci sono 1 milione e mezzo di ludopatici, uomini e donne pronti a perdere tutto per una puntata o una scommessa”. Michelle Bonev, oltre ad essere regista, attrice e produttrice della miniserie, ha le idee molto chiare ed è determinata. “La mia è la prima fiction col coraggio di affrontare questo problema”.

La storia parla delle vicende della poliziotta Olivia Cosmo, interpretata proprio da Michelle Bonev, che decide di aiutare Natasha, una giovane dell’est che ha perso tutto ai tavoli da gioco. Pur di continuare col gioco d’azzardo, ha deciso di prostituirsi. Olivia decide di salvarla da questa dipendenza ed entra nel giro delle bische clandestine finendo per diventare una vittima di ciò che sta combattendo.

Michelle Bonev, dopo che il suo film Goodbye Mama ricevette un premio contestato da molti giornalisti alla Mostra del Cinema di Venezia, ha deciso di rimettersi in gioco proprio con questa miniserie. L’attrice-regista ammette: “Ho utilizzato 900 comparse e speso 850 mila euro solo di contributi per gli attori. Mentre tutti delocalizzano, io sono fiera di aver girato la fiction in Italia, a Trieste”.

Di origini bulgare e con un passato da modella ed imprenditrice nel campo della moda, dice poi: “A 15 anni ho fatto il servizio militare e, sotto il regime comunista, i militari ci insegnavano ad usare i kalashnikov”. Di sicuro non ha avuto difficoltà nel vestire i panni della poliziotta.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto