Megolo. Domani il ricordo della battaglia

Megolo. Domani il ricordo della battaglia

Vicende realmente accadute da ricordare, scritte da chi ha vissuto quei drammatici avvenimenti come il giornalista Antonio Costantini. Questo è…


Vicende realmente accadute da ricordare, scritte da chi ha vissuto quei drammatici avvenimenti come il giornalista Antonio Costantini. Questo è il ricordo di partigiani uccisi in montagna, nell’Italia del nord.

Sessantotto anni or sono, al Cortevolo di Megolo, nella bassa valle Strona, in provincia di Verbania, accerchiati da reparti nazifascisti del capitano Simon, morivano in combattimento, il comandante della formazione partigiana Filippo Maria Beltrami, Antonio di Dio (il cui fatello Alfredo cadrà nella difesa della Repbblica dell’Ossola), Gaspate Pajetta (il più giovane dei fratelli Giuliano e Giancarlo Pajetta), Gianni Citterio, Aldo Carletti, Emilio Gorla, Elio Toninelli, Angelo Clavena, Carlo Antibo, Bassano Bressani, Paolo Marino, Bortolo Creola, Carlo Antibo.

Il loro sacrificio verrà ricordato domani a Omegna. Questo il programma: alle 9 messa a suffragio dei Caduti nella parrocchiale di Sant’Ambrogio, animata da interventi del gruppo corale dell’Uni3; alle 10 corteo e omaggi floreali al monumento; alle 11 al Cinema Sociale, orazione ufficiale del presidente del Consiglio Regionale, Valerio Cattaneo.

Alle 14,30 appuntamento a Megolo (nel comune di Pieve Vergonte), alla casa-museo, dove si terrà un concerto del Corpo musicale di Fomarco e di Omegna. Lunedì, alle 10,30 nella Chiesa di Santa Maria Assunta, messa a ricordo dei Caduti; alle 11 omaggio floreale al monumento al capitano Beltrami. La sera, alle 20.45, nella chiesa di Santa Marta in Omegna, il chitarrista Guido Margaria eseguirà un concerto di musica classica. (a.c.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto