McDonald’s, ordina i McNuggets per la figlia: arriva poi la brutta sorpresa

McDonald’s, ordina i McNuggets per la figlia: arriva poi la brutta sorpresa

Una brutta sorpresa quella trovata dalla 30enne Nikki Sanders nei famosi bocconcini di pollo firmati McDonald’s. Leggiamo insieme.


La 30enne Nikki Sanders, di professione addetta alla mensa, ha rivelato di aver scoperto quello che sembrava un verme pendere fuori dalla pastella che circonda un McNugget di pollo. Sua figlia Emily però non voleva mangiare i famosi bocconcini di pollo e allora la donna ha deciso di mangiare lei i McNuggets dell’Happy Meal della sua piccola Emily. Quando però la donna ha scoperto il corpo estraneo stava per sentirsi male

Sono molto esigente relativamente a quello che mangio e quando ho visto quello che c’era nel McNugget sono sbiancata“, ha rivelato Nikki, da Atherstone, al Mail. “Sono solo felice che Emily abbia deciso di non mangiare il suo Happy Meal.Una cosa buona è venuta però fuori da ciò: non mangio più trasformati a base di carne. Mangio molto più sano ora.”

Il marito Neil, anche lui presente al McDonald’s, al momento, ha detto: “Sembrava un verme, ma non posso giurarlo fino a quando non saranno effettuati i test. Qualunque cosa sia, comunque, non doveva di certo essere lì.” 

Nikki ha rivelato poi di essersi rivolta al personale del fast food chiedendo spiegazioni ed un addetto gli avrebbe detto di ordinare un altro pasto. La donna, tuttavia, non ha di certo voluto un altro menu, quanto piuttosto delle spiegazioni visto che già aveva morso il bocconcino di pollo con l’inatteso ospite. Un portavoce di McDonald ha dichiarato: “Siamo dispiaciuti per l’esperienza vissuta dalla signora Sanders nel nostro ristorante. La sicurezza alimentare è la nostra massima priorità e sia i nostri ristoranti che i nostri fornitori da sempre pongono grande enfasi sul controllo di qualità e seguono standard rigorosi al fine di evitare imperfezioni nei nostri prodotti. Abbiamo avviato un’indagine in seguito alla segnalazione di questo incidente, e l’oggetto sarà inviato a uno specialista per l’identificazione. Ci metteremo in contatto con la signora Sanders, una volta che questa indagine sarà completata.”

Simona Vitale





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto