Marilyn Manson, malore sul palco: concerto annullato in Canada

Marilyn Manson, malore sul palco: concerto annullato in Canada

Durante un concerto Manson si accascia sul palcoscenico e viene portato in ospedale. Leggete perché…


Dopo Sanremo, restiamo nel campo strettamente musicale, stavolta senza televisione di mezzo. Dopo il Festival della canzone italiana e le news che ci hanno raccontato quello che vedremo durante le prime due serate, stavolta parliamo di un altro tipo di musica, di un artista controverso e chiacchierato.

Il concerto canadese di Marilyn Manson non è andato proprio bene. Coloro che sono abituati a vedere il Reverendo in scena, sapranno bene che ha abituato i suoi fan a esibizioni estreme, controverse, spettacolari e poco convenzionali. Certamente i fortunati che sono riusciti ad acquistare i biglietti per la tappa a Saskatoon, mentre Manson urlava cantava  Beautiful People si è accasciato a terra e ha cominciato a vomitare. Certamente il pubblico ha creduto che fosse l’ennesima trovata del Reverendo per stupire, per regalare qualcosa che difficilmente va via dalla memoria di chi assiste allo show.

 

 

Stavolta nessuno spettacolo, stavolta niente di preparato a tavolino: il cantante ha avuto davvero un malore, che lo ha costretto ad abbandonare il palcoscenico. Innumerevoli le ipotesi lanciate dalla stampa: uso di droghe, abuso di alcol, sostanze stupefacenti in corpo. Diagnosi finale: febbre sin dal mattino, Manson non ha voluto rinunciare allo show e le conseguenze sono state queste, disastrose e inaspettate. Conclusione: una notte al pronto soccorso e il giorno dopo un nuovo concerto a Calgary, sempre in Canada, concerto riuscito alla perfezione stavolta.

 

 

(b.p.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto