Maria De Filippi e il duro attacco all’Isola dei Famosi e confessa: “Sanremo? Mai più”

Maria De Filippi e il duro attacco all’Isola dei Famosi e confessa: “Sanremo? Mai più”

Le parole della conduttrice sul reality e sul Festival.


La regina indiscussa della televisione italiana, Maria De Filippi, da sempre poco avvezza a rilasciare interviste e accendere polemiche, ha concesso interessanti e insolite dichiarazioni su alcuni programmi Mediaset e sui recenti rumors che la vedrebbero sbarcare presto a Piazza Mazzini lasciando l’azienda di Pier Silvio Berlusconi a cui è legata da decenni.

Maria De Filippi commenta Adrian e L’Isola dei Famosi ed esclude un ritorno a Sanremo

Queen Maryintervistata dal settimanale ‘Oggi’, ha espresso la propria opinione sul nuovo show di Adriano Celentano e sulla quattordicesima edizione de L’Isola dei Famosi e sui risultati deludenti che stanno ottenendo in termine di ascolti:

L’Isola? Sono fiduciosa nel fatto che lo show nelle prossime settimane risalirà negli ascolti…C’è bisogno però che il programma ritrovi lo suo spirito originario. La sfida con la natura e la lotta alla sopravvivenza tout court. Meno fronzoli, più emozioni e più avventura. Se fossi stata in Pier Silvio Berlusconi avrei fatto la stessa scelta. Senza ombra di dubbio avrei detto sì ad Adriano e al suo cartone animato. Avere Celentano è un evento eccezionale, imperdibile… Anche io, come il mio editore, avrei preferito rinunciare a qualche punto di share pur di portare Celentano sulla nostra rete ammiraglia. E poi, mi creda, è già un miracolo che un prodotto come Adrian a cui il pubblico è totalmente disabituato, faccia i numeri che sta facendo.

La De Filippi ha poi continuato raccontando del suo incontro con Teresa De Santisdirettore di Rai 1, ed escludendo la possibilità di tornare a condurre il Festival di Sanremo:

Un altro Festival in futuro? No, credo proprio di no. L’incontro con il direttore di Rai 1? Premetto che non ritenevo opportuno che ci incontrassimo in un luogo non istituzionale, magari in un bar defilato come due carbonare, perché non avevamo nessun misterioso piano da elaborare. Era giusto che ci vedessimo in pieno giorno e nel suo studio. È stato un incontro cordiale, eravamo solo io e lei. Abbiamo preso un caffè e abbiamo discusso di un progetto di sensibilizzazione sociale che riguarda la lotta alla violenza sulle donne. Né più e né meno. Non abbiamo minimamente sfiorato argomenti che riguardavano la televisione e i nostri rispettivi lavori. Per questa ragione ho trovato normale incontrarla a viale Mazzini: non avevamo nulla da nascondere e nessun segreto da custodire.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto