Maria De Filippi attaccata da Aldo Grasso: “E’ la burattinaia dei poveri cristi”

Maria De Filippi attaccata da Aldo Grasso: “E’ la burattinaia dei poveri cristi”

Il critico televisivo più spietato di sempre non rinuncia a dire la sua su Maria De Filippi e non si risparmia, anzi…


Che Aldo Grasso fosse cinico, crudele e brutale lo sapevamo da tempo, eppure il suo nome è sinonimo di televisione, di buona televisione. Se si vuole seguire la retta via nella televisione italiana, bisogna ascoltare quello che Aldo Grasso ha da dire. Stavolta il critico, durante un’intervista al settimanale Donna Moderna, si scaglia contro Maria De Filippi e i suoi programmi di successo, come Amici oppure C’è posta per te, cominciato da due settimane e già re del sabato sera.

“Non a caso l’ho definita la burattinaia dei poveri cristi. E non me ne pento. I personaggi delle sue trasmissioni le affidano le loro esistenze e lei le pilota portando in scena una triste commedia umana. Le riconosco un merito: intuisce ciò che desidera la gente. Dieci anni fa era il momento di machi e lifting? Ha tirato fuori dal cilindro Costantino Vitagliano. Siamo un paese di anziani? Porta gli over 70 ad Uomini e Donne. La società ha capito di aver perso i valori e vuole riportare in auge la meritocrazia? Ecco la scuola di Amici”.

Insomma, pur riconoscendo gli innumerevoli meriti di Maria De Filippi, che fondamentalmente sono la sua lungimiranza e probabilmente un team di lavoro ben assortito e capace di predire le tendenze, c’è comunque un intero mondo che andrebbe distrutto.

Di Maria De Filippi parla anche Giorgio Simonelli, scrittore, docente e ospite fisso della trasmissione TvTalk su RaiTre:

“E’ l’interprete perfetta della neo-televisione, che non rappresenta il mondo ma lo fabbrica con il suo delirio d’onnipotenza. La De Filippi seleziona tanti talenti, regala l’amore, fa litigare e poi riconcilia. Una ‘dea ex machina’ che scatena gli avvenimenti in diretta. Ma mentre i colleghi lo fanno con irruenza, lei mostra sobrietà e rigore. Ricordate Carramba… che sorpresa! E’ il papà degli show che oggi chiamiamo alla De Filippi. Quanto Raffaella Carrà era viscerale e folcloristica, Maria è posata quasi asettica. Tutti pensano che sia il suo carattere, in realtà ogni mossa e studiata: ad Amici e C’è posta per te fa la regista e lascia il ruolo da protagonisti ai concorrenti e al pubblico. Ha trasformato la voce bassa, roca da difetto a marchio di fabbrica. Usa pause e silenzi per far capire che riflette insieme agli spettatori e non giudica. Presenta seduta, in mezzo al pubblico, per far sentire alla gente che è una di loro”.

Tutti pronti a scagliarsi contro Maria De Filippi, eppure il successo della Signora della televisione sembra essere inarrestabile e i dati danno ragione a ogni suo passo, a ogni sua trasmissione, a ogni sua “creatura”.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto