Cosa mangiare in Liguria, consigli per scegliere solo il meglio della Riviera

Cosa mangiare in Liguria, consigli per scegliere solo il meglio della Riviera

I piatti tipici della Riviera ligure meritano un degno accostamento locale; ecco alcune idee scelte e provate da noi


Con l’arrivo della bella stagione, i weekend si inaugurano all’insegna della “toccata e fuga” verso mete balneari, alla ricerca di sole, relax e buon cibo.

Tra le proposte più ambite, la Liguria spicca all’interno delle destinazioni, grazie ad eccellenze paesaggistiche che l’uomo ha saputo valorizzare con secoli di lavoro, nella formazione di muretti a secco sulle coste, per la coltivazione di olivi e vite che accrescono la bellezza del territorio tipico e verdeggiante.

Quali sono dunque le eccellenze gastronomiche che non possiamo perdere in questo territorio? Sicuramente chi la fa’ da padrone è il Pesto, che presenta caratteristiche a “KM 0” grazie a varietà di basilico D.O.P. come Val di Mara, Albenga e Voltri da abbinare con un vino giovane e profumato come il Vermentino; degni di attenzione sicuramente le portate di mare legate alla tradizione popolare come la Buridda: stoccafisso in umido con pinoli, funghi e capperi che si sposa perfettamente con un Pigato locale. Fra le zuppe troviamo la Mesciuà, piatto tipico di La Spezia composto da ceci, fagioli e cereali da accompagnare con rossi giovani e non troppo marcati come il Colline di Levanto Rosso.

Anche l’aperitivo può essere declinato all’insegna dell’ottica Local con le sfiziose focacce, all’olio di oliva o col Formaggio di Recco, la farinata di ceci e olive Taggiasche, semplici in salamoia o da trasformare in pesto servite su crostini di pane da accostare con un buon Vermentino o con un Golfo del Tigullio Bianco.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto