Luciana Littizzetto? Ci piace!

Luciana Littizzetto? Ci piace!

“La più amata dagli italiani: Lu-cia-ni-na Littizzetto“. Così Fabio Fazio saluta, tra gli applausi scroscianti del pubblico in studio, l’ingresso…


“La più amata dagli italiani: Lu-cia-ni-na Littizzetto“. Così Fabio Fazio saluta, tra gli applausi scroscianti del pubblico in studio, l’ingresso a Che tempo che fa della più attesa, la più divertente e irriverente comica della tv italiana. E’ interessante andare a leggere cosa accade in quel quarto d’ora settimanale di performance la domenica a Che tempo che fa. Quel quarto d’ora che a tutti gli effetti è diventato un format consolidatissimo e stravincente.

La platea televisiva attende il quarto d’ora della Littizzetto con una ritualità ed una fedeltà assolute. Alle 21.15 circa fa il suo saltellante ingresso in studio e inizia a posizionarsi sulla poltrona di fianco a Fazio: un minuto di saluti e amabilissimi “insulti” al conduttore, che da perfetta spalla si lascia svilire, sottolineando “la banalità” della sua “ospite indesiderata”. In quel minuto prima  del lancio della pubblicità la share di Che tempo che fa già si alza di due punti. Al rientro della pubblicità inizia un’ascesa impressionante: la platea televisiva lascia qualsiasi altro programma stia seguendo per ridere, sorridere,stupirsi con la comicità diretta, potenzialmente volgare ma che mai lo e’ della Littizzetto. In quei dieci minuti,dal rientro della pubblicità alla fine della performance, la share arriva a superare il 25%, rendendo Che tempo che fa leader assoluto d’ascolto tra le sette reti generaliste. A Raitre capita soltanto con la Littizzetto, non stiamo parlando di Raiuno o di Canale5: anche per questo il dato fa impressione. Una piacevole impressione. In Che tempo che fa esiste un format nel format: il primo,elegante e  apprezzato fatto di interviste, con un ascolto ed una fidelizzazione del pubblico importanti, ed un secondo di quindici minuti targato Luciana Littizzetto, che riesce a salire dal 16 al 25% di share in un tempo brevissimo. Il telespettatore attende a casa l’evento-rubrica Littizzetto domandosi probabilmente “Cosa dirà questa sera? Su chi sparerà simpaticamente a zero?“.
Interrogativi che trovano sempre risposte con testi semplici, talvolta anche apparentemente banali, ma mai scontati. Il gioco delle parti con Fazio è delizioso: la “cattiveria” della Littizzetto e’ ficcante e soprattutto ci piace per il suo “non mandarle a dire a nessuno”. E poi quante altre saprebbero, come e’ accaduto domenica sera, fare un monologo sugli assorbenti senza risultare volgare? E quanti riuscirebbero a sdoganare, senza alcuna -quasi- volgarità, il parlare di “Jolanda e Valter”? Prende in giro la Chiesa (ricordiamo la sua “liason” con “eminence”),
il governo, ma non manca di “picchiare” sull’opposizione: il tutto sempre e comunque senza troppo prendersi sul serio e strappando sempre un sorriso. Luciana Littizzetto ci piace.

Erika Brenna





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto