Luciana Littizzetto a Che tempo che fa, l’acuto di Roby Facchinetti e la pioggia cinese

Luciana Littizzetto a Che tempo che fa, l’acuto di Roby Facchinetti e la pioggia cinese

Tra gli argomenti toccati dalla Littizzetto ospite di Fazio anche il premier Letta e quanto costa allo Stato produrre le monete da un centesimo


Luciana Littizzetto ha avuto meno tempo a disposizione del solito nella puntata di Che tempo che fa su Rai 3 condotto da Fabio Fazio. Il programma è andato in onda in forma ridotta per esigenze di palinsesto, ma alla comica torinese sono bastati dieci minuti per strappare applausi alla platea in studio e, ci scommettiamo, al pubblico a casa.

Dopo essersi sincerata del fatto che Fazio non canterà per lei (come nella puntata precedente), Luciana inizia la sua rassegna dei fatti della settimana proprio in tema musicale: durante un concerto a Belluno Roby Facchinetti dei Pooh ha fatto un acuto che ha spaccato una lampadina, finita poi in testa a uno spettatore.

“La Callas spaccava i bicchieri (…) Il Roby? Il Roby fa dei do di petto che stacca i pipistrelli dai rami eh… Spacca le uova direttamente nel c… delle galline! (…) Speriamo non lo sappia Al Bano! Porca miseria, quello spara dei si bemolle che spacca tutte le vetrerie di Murano, a distanza!”

Ci spostiamo all’estero per la notizia successiva. La Littizzetto infatti ci informa che in Cina nei dintorni di un aeroporto è stata sperimentata  una pioggia decisamente particolare:

“…C’è stata una perdita dai contenitori settici di alcuni aerei che erano transitati e stavano per atterrare e si sono aperte le cloache celesti. Quindi quella radiosa mattina la gente ha alzato gli occhi al cielo e per la prima volta con ragione ha potuto dire: che tempo di m…a!”

Torniamo in Italia e alla situazione politica. Secondo la Littizzetto in un’intervista all’Irish Times il premier Enrico Letta ha detto di aver affrontato Berlusconi a muso duro tirando fuori le sue “balls of steel” (letteralmente: palle d’acciaio):

“Ma tu [a Fazio] lo sapevi che lui aveva le palle d’acciaio? Ma è una disfunzione? (…) Sarà una metafora, perché Enrichetto secondo me non ha proprio il muso di uno che ha le palle di ferro. (…) Ha la faccia del frate che sovrintende l’orto del monastero, ha il sorriso di Bambi quando vede il coniglietto Tippete…”

Luciana ci lascia con un’altra notizia di casa nostra, si parla di uno dei tanti sprechi purtroppo all’ordine del giorno. Un’inchiesta di Movimento 5 Stelle, SEL e Scelta Civica ha scoperto che lo Stato per fare la singola moneta da un centesimo ne spende più di quattro:

“Abbiamo speso 362 milioni di euro per coniare delle monete il cui valore complessivo è di 176 milioni di euro (…) Ha senso stampare ancora ‘sti minchia di centesimi che non ce facciamo niente? (…) Non li vuole nessuno i centesimi, sono come la salma di Priebke!”

Qui sotto potrete vedere il video di parte dell’intervento di Luciana Littizzetto a Che tempo che fa del 10 novembre. (c.a.)

Che tempo che fa – Luciana Littizzetto – 10112013Video





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto