Luciana Littizzetto a Che tempo che fa del 23 marzo

Luciana Littizzetto a Che tempo che fa del 23 marzo

L’incontro Renzi-Merkel e le polemiche sul rombo delle auto di Formula 1 nell’intervento della Littizzetto a Che tempo che fa del 23/03/14


Nuovo appuntamento con Che tempo che fa di domenica 23 marzo su Rai 3, nuovo appuntamento con Luciana Littizzetto che nel fare il suo ingresso in studio ha incrociato Toni Servillo (“Ci siamo incrociati, La grande bellezza e la grande pirlezza insieme!”). Per prima cosa mostra la sua ammirazione per Zibba (“Non gliene frega una mazza! (…) Anche a Sanremo entrava con le mani in tasca, sembrava che guardasse il posto dove mettere la tenda. Secondo me non ha il sistema nervoso Zibba!”), e approfitta del titolo della sua canzone “Senza di te” per fare il punto della situazione sul suo rapporto con Fabio Fazio:

“Senza di te è come la pasta con le vongole senza la sabbia, senza di te è la pizza senza bordo spesso, senza di te è la Torino-Milano senza lavori in corso!”

Luciana quindi ringrazia i telespettatori di Fuoriclasse 2, ma non Fazio che sicuramente non l’avrà visto:

“Figurati se lui vede la fiction! (…) Lui vede soltanto dei documentari di impressionisti macedoni con i sottotitoli in olandese!”

La Littizzetto dice la sua anche sul “problema” della scomparsa del rombo dei motori delle macchine di Formula 1:

“Se prima la Formula 1 faceva PROOT adesso fa prrrrr, parte una macchina di Formula 1 e ti giri per vedere se il cane ha scoreggiato!”

Luciana fa un complimento alla sua amica Alessia Marcuzzi, che anche se ha le gambe un po’ storte si mette la minigonna:

“Vuole mettersi la minigonna? Se ne batte il c..o, ha ragione! E secondo me è un modello per tutte le ragazze che si fanno mille fisime e magari hanno il girovita di Platinette e vogliono mettersi la maglietta con l’ombelico di fuori, libera panza che libera danza, fatelo! Imparate dalla Marcuzzi, fate come lei! Quello che non avete in forme mettetelo in coraggio!”

E’ il momento della politica, e anche Luciana è rimasta colpita dall’incontro Renzi-Merkel:

“Sembravano proprio pappa e ciccia! (…) Pappa e ciccia tutti e due, perché anche Renzi ultimamente… (…) Tu ti immaginavi che andassero d’accordo Renzi e la Merkel? (…) Lei ne ha visti di pirla passare dei nostri, balenghi su balenghi, abbiamo avuto più premier noi che fidanzati la Canalis!”

Renzi dove lo metti sta, dice Luciana:

“Lo prendono i cannibali, lo mettono in un pentolone per cuocerlo? Lui stringe la mano allo stregone. E’ un pregio! La Russa ringhia? Dopo 10 minuti gli ha dato già la zampa!”

La Littizzetto non ha compreso molto il regalo fatto dal nostro premier alla cancelliera tedesca:

“Ha regalato la maglia di Mario Gomez, il centravanti della Fiorentina! (…) Secondo me la maglia di Gomez la usa come presina per tirar via i wurstel dalla griglia (…) Voi avete due priorità nella vita: il calcio e la Iolanda. Ora la Iolanda non si poteva portare alla Merkel…”

Non manca molto alla fine dell’intervento, ed è giunto il momento della notizia putrida e smollacchiona, dove Luciana ci racconterà del ragno Pisaura Mirabilis:

“Un ragno molto raffinato che fa dei regali alle femmine (…) Regala una preda morta avvoltolata in un bozzolo di seta (…) Mentre la pisaura scarta, lui da dietro comincia già… l’ardimento. E’ come portare una in pizzeria e all’antipasto, lei sta mangiando prosciutto e melone e l’altro già…”

Cliccate qui per vedere il video integrale dell’intervento di Luciana Littizzetto a Che tempo che fa di domenica 23 marzo su Rai 3. (c.a.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto