Live-Non è la d’Urso: Eva Henger, Mercedesz e Lucas Peracchi, il confronto finito male

Live-Non è la d’Urso: Eva Henger, Mercedesz e Lucas Peracchi, il confronto finito male

La tempesta emotiva ed il confronto tra Eva Henger, sua figlia Mercedesz e il fidanzato Lucas Peracchi negli studi di Live-Non è la D’Urso.


A Live-Non è la d’Urso, si è svolto il tanto atteso confronto tra Eva Henger, la figlia Mercedesz e il suo fidanzato Lucas Peracchi. Il motivo? Le gravi accuse mosse dalla showgirl nei confronti  dell’ex tronista di Uomini e Donne.

Eva non chiede scusa, Lucas abbandona l’ascensore

Negli studi di Live-Non è la D’Urso, dopo settimane di ripicche e frecciatine, la prima ad entrare nell’ascensore è stata Mercedesz Henger per chiarirsi con la madre. Eva le è subito corsa incontro accogliendola in un profondo abbraccio. Dopo un lungo applauso da parte del pubblico e della conduttrice Barbara D’Urso, l’ex moglie di Riccardo Schicchi si è detta pronta a dimenticare tutti i problemi, ma Mercedesz le ha chiesto di ritrattare tutte le accuse mosse nei confronti del suo fidanzato:“Ci sono stati pesanti litigi tra di noi, più del dovuto, e un telefonino rotto. Ma Lucas non mi ha mai menata. Perché fai così? Non è la verità! Ti sembra normale che Lucas deve vivere con la croce di uno che picchia le donne quando non è vero? Io sono ben contenta di lasciar perdere ma tu capisci che che l’hai detto davanti a tutta Italia? Voglio lasciar perdere ma devi dirlo”.
live_eva_mercedesz_lucas

Dopo Mercedesz, nell’ascensore è arrivato Lucas: “Ci tengo a precisare che quello che ho detto la settimana scorsa, che ti avrei denunciato, non l’ho fatto. […] Non l’ho fatto perché sono già felicissimo di questa cosa, non mi interessa più dello schiaffo perché ho la coscienza pulita, sono contento che avete fatto pace. Voglio una famiglia e tu sperò che un giorno sarai la nonna dei miei figli. Non mi sembrava giusto privare una nonna con una denuncia. Io tengo troppo a Mercedesz per denunciarti quindi non l’ho fatta e questa è già una vittoria. Per il resto faccio un passo indietro. Mi dispiace che hai fatto questo nei miei confronti perché non penso di meritarlo e non credo di essere un ragazzo che merita una croce del genere addosso. Faccio il personal trainer, tu mi conosci, avrò i miei difetti ma andare in giro con l’etichetta di uno che picchia le donne.. questo non l’ho mai fatto”.

La D’Urso ha, allora, suggerito ad Eva di abbracciare Peracchi ma il gesto non ha migliorato la situazione: “Ero disposto a perdonarla perché è la madre della mia fidanzata, sarà la nonna dei miei nipotini, ma con questo atteggiamento resta il dubbio su di me. Sarò marchiato a vita che sono un violento che picchia le donna”.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto