Lino Guanciale re delle fiction, ma niente tonaca in ‘Don Matteo’

Lino Guanciale re delle fiction, ma niente tonaca in ‘Don Matteo’

Dopo i grandi successi in ‘Che Dio ci aiuti 3’ e ‘La dama velata’ l’attore è in tv con ‘Una grande famiglia 3’, ma per lui il gradimento del pubblico è sempre più forte


In questa stagione tv il successo delle serie tv trasmesse dalla Rai è stato particolarmente forte e ad averne il merito è anche Lino Guanciale, l’attore trentacinquenne originario di Avezzano che è stato protagonista di ‘Che Dio ci aiuti 3‘ e ‘La dama velata’ che hanno superato nelle varie puntate la media di sei milioni di telespettatori, numeri davvero ragguardevoli per la tv generalista. Forte di un successo crescente si è parlato di lui come di un vero re delle fiction e della possibilità di vederlo al posto di Terence Hill in ‘Don Matteo’, ma a smentire questa indiscrezione è stato lui stesso: quindi niente tonaca ma le offerte di lavoro non mancheranno.

La soddisfazione per il successo raggiunto dopo un lungo periodo di studio e gavetta per Lino è quindi davvero forte e lo ha voluto raccontare in un’intervista a Tvzap proprio perché c’è la consapevolezza di essere ormai un punto di riferimento per le fiction della Rai (in questo periodo lo vediamo anche in ‘Una grande famiglia 3’): “Mi fa enorme piacere perché in realtà ho iniziato solamente da quattro anni a fare televisione. Ho iniziato con ‘Il segreto nell’acqua’ di Renato De Maria e non mi sono più fermato, anche se non dimentico il teatro, il palcoscenico su cui mi sono formato e che non lascerò mai, e il cinema. La televisione è arrivata nel momento giusto, nel momento in cui ero maturo professionalmente per reggere certi ritmi. Sono contento perché, in un arco di tempo relativamente breve, in tv mi è capitato di fare tante cose, di interpretare tanti ruoli diversi in fiction di successo che hanno incontrato subito i favori del pubblico”.

L’emittente di Stato sembra quindi fare bene a puntare tanto su Lino visto che a dargli ragione ci sono proprio gli ottimi ascolti in tutti i lavori in cui è protagonista: “È un periodo ricco di idee, in cui la mia generazione deve prendersi delle responsabilità per orientare il pubblico in una nuova direzione. Penso che l’asticella della qualità si sia alzata e che in futuro si alzerà ancora di più. Già adesso vediamo nuovi prodotti, sicuramente migliorabili, che testimoniano l’avvenuta presa di coscienza di autori e interpreti. Meglio esserci, con la possibilità di cambiare le cose dall’interno, che non esserci. Sono sicuro che nei prossimi anni saremo ancor più contenti delle fiction offerte dalla tv pubblica”.

A conferma del gradimento del pubblico verso questo giovane attore in ascesa c’era anche la possibilità di vederlo come protagonista in ‘Di Matteo 10’ al posto di un’artista affermato come Terence Hill, ma a smentire questa possibilità è stato proprio lui: “Sono notizie che girano, fanno anche piacere, ma non c’è nessuna notizia vera a riguardo. Non prenderò il posto di Terence Hill. Sono voci senza un reale fondamento”.

Le soddisfazioni e i motivi di orgoglio per come sta portando avanti il suo lavoro non sembrano comunque mancare a Lino Guanciale e non sembra per niente azzardato parlare di lui come un vero “re delle fiction”, anche se dovrà rinunciare a vestire la tonaca in ‘Don Matteo’.

#linoguanciale, altri articoli che potrebbero interessare:

– La dama velata, ci sarà la seconda serie? Lux Vide è pronta

– Lino Guanciale e Miriam Leone, dopo La dama velata ancora insieme in tv?

Ilaria Macchi

 





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto