Lewis Hamilton contro Michael Schumacher: “I miei titoli sono puliti, i suoi no”

Lewis Hamilton contro Michael Schumacher: “I miei titoli sono puliti, i suoi no”

Lewis Hamilton avrebbe accusato Schumacher di aver vinto i suoi titoli in maniera poco pulita. La Mercede smentisce le accuse


Sebbene si appresti a vincere il suo terzo titolo iridato consecutivo come campione del mondo di Formula 1, Lewis Hamilton è al centro dell’attenzione mediatica da diverse ore per meriti diversi dalle cronache sportive oggettive quanto per delle dure parole che avrebbe rivolto (il condizionale è d’obbligo) al suo ex collega Michael Schumacher, il campionissimo tedesco che ancora sta lentamente riprendendosi dal grave incidente sciistico del quale è rimasto vittima nel 2013. Secondo quanto riportato dall’Express di Colonia e poi ripreso dai quotidiani di mezza Europa, nel corso di una intervista alla Puma, Hamilton avrebbe dichiarato: “Non ho mai fatto le cose che Michael Schumacher ha fatto per vincere un Mondiale, ho piuttosto vinto per le mie capacità naturali”.

Le affermazioni di Hamilton andrebbero a riferirsi agli incidenti con Damon Hill nel 1994 in Australia e quello con  Jacques Villeneuve a Jerez nel 1997. Il giornale avrebbe poi ripreso un’altra affermazione di Hamilton che, nel 2014 a proposito dell’incidente di Schumacher, avrebbe detto: “Tutte le cose accadono per un motivo”.

Pronta la replica della Mercedes, secondo cui Hamilton avrebbe sempre nutrito molto rispetto per Schumacher “e segue con attenzione la sua fase di riabilitazione”.

Ricordiamo che la Mercedes di Toto Wolff e Niki Lauda è stata la squadra di Michael Schumacher per tre stagioni dal 2010 al 2012. Il 7 volte campione del mondo ora sta affrontando una durissima riabilitazione ed i fan auspicano che Hamilton possa accendere il cervello prima di dire cose del genere. Non ci resta che attendere la risposta del pilota britannico.

Simona Vitale

 





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto