Le pillole contraccettive? Fanno male al cervello, ecco perché

Le pillole contraccettive? Fanno male al cervello, ecco perché

Le pillole contraccettive potrebbero danneggiare alcune parti del cervello, finendo così per influenzare le emozioni. Ecco come


Sappiamo tutti che prendere la pillola come anticoncezionale ha potenziali effetti collaterali come mal di testa e sbalzi d’umore, ma i neuroscienziati stanno ora sostenendo che tale uso potrebbe anche andare a ridurre delle parti del cervello e alterare la loro funzione. Un nuovo studio pubblicato sulla rivista Human Brain Mapping afferma che la soppressione degli ormoni naturali con ormoni sintetici presenti nella pillola possa causare alterazioni al cervello.

Le pillole anticoncezionali potrebbero danneggiare il cervello, ecco come

L’autore principale dello studio, Nicole Petersen della UCLA, ha detto al The Huffington Post:Alcune donne sperimentano effetti collaterali emotivi negativi nel prendere pillole contraccettive orali. Potrebbe essere possibile che il cambiamento nella corteccia orbitofrontale laterale possa essere correlato ai cambiamenti emotivi che le donne sperimentano quando utilizzano la pillola anticoncezionale. Abbiamo bisogno di fare ulteriori studi per scoprire quali comportamenti possono essere cambiati, ma questo studio ci dà alcuni indizi per iniziare, e credo che il primo posto dove guardare sia nell’effetto della pillola anticoncezionale sulle emozioni.”

La corteccia orbitofrontale laterale aiuta a regolare le emozioni ed è pensata per permetterci di migliorare il nostro comportamento in risposta a ricompense o avversità, mentre la corteccia cingolata posteriore aiuta a valutare i nostri stati interni. I ricercatori hanno detto all’Huffington Post proprio il cambiamento di tale cortecci potrebbe aiutare a spiegare il motivo per cui alcune donne sperimentano effetti collaterali emozionali negativi, come ansia e depressione, quando cominciano a prendere la pillola.

Sebbene lo studio non può dimostrare se i contraccettivi orali causano queste alterazioni nella morfologia del cervello, o se sono solo indirettamente legati a loro, i risultati sono interessanti perché contraddicono un precedente studio. Già nel 2010, gli scienziati hanno documentato che le donne che assumono contraccettivi ormonali presentavano numerose regioni corticali più grandi di quelle delle donne che non usano contraccettivi. Ancora una volta, alcune di queste regioni sono state coinvolte nella regolazione delle emozioni.

Come Medical News Today sottolinea, dato che gli ormoni sessuali, come gli estrogeni, influenzano fortemente il cervello e il sistema nervoso, ha senso che i contraccettivi ormonali potrebbero esercitare effetti collaterali su queste parti del corpo. Detto questo, non è chiaro a questo punto se le alterazioni osservate finora sono permanenti, o scompaiono quando una donna smette di prendere la pillola. Inoltre, non sappiamo effettivamente se causano cambiamenti nel comportamento o nella cognizione, che è il motivo per il quale si rendono necessari ulteriori studi.

LEGGI ANCHE: Arriva lo smartphone che potrà diagnosticare il tumore

S.G.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto