Lapo Elkann ricattato: “Autoerotismo e droga. 90mila euro per video”

Lapo Elkann ricattato: “Autoerotismo e droga. 90mila euro per video”

Lapo Elkann ricattato: “Autoerotismo e droga. 90mila euro per video” – Indagato suo fratello, “autore” del filmato.


Lapo Elkann, rampollo della famiglia Agnelli e uno dei simboli della moda italiana esportata nel mondo, sta facendo ancora parlare di sé dopo l’arresto di un milanese che da lui ha ricevuto 30 mila euro e ne avrebbe pretesi altri 90.

Motivo?

Nascondere un filmino che lo vedrebbe sotto effetto di cocaina e mezzo nudo, intento a praticare atti di autoerotismo.

Accolto a Milano dopo una notte folle che lo aveva visto girovagare per il capoluogo meneghino in stato confusionale, i suoi ‘salvatori’ (i fratelli Bellavista) non si sono di certo risparmiati nel riprendere l’illustre ospite in uno stato pietoso e molto compromettente.

 

 

 

Sapendo che Elkann era già nell’occhio del ciclone a causa di scandali passati fra trans, cocaina e coma per overdose, hanno ben giocato d’azzardo ricattandolo a loro volta e facendosi aiutare da un paparazzo (Fabrizio Bicio Pensa, già nella squadra di Fabrizio Corona) che pare abbia consigliato loro un prezzo giusto da richiedere per far sparire ogni prova di quella notte brava, circa 350 mila euro. La stessa cifra che Lapo pare avesse già pagato per ritirare le foto in compagnia di alcuni trans a Parigi e della sua Ferrari gialla parcheggiata sotto casa di altri transessuali a Milano.

Attualmente è finito in carcere uno dei due fratelli, ma l’indagine è stata appena aperta.

Da parte di Lapo nessuna dichiarazione esplicita se non un telegrafico status in inglese, lasciato sul suo profilo ufficiale di Facebook che recita ‘News of today is toilet paper of tomorrow‘ (le notizie di oggi sono la carta igienica di domani).

Alessandra Paschetto





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto