La surreale domenica di Barbara D’Urso

La surreale domenica di Barbara D’Urso

Silvio, Eva, Zì Michele: i protagonisti della più assurda domenica pomeriggio televisiva


Una ex pornostar, Eva Hanger; l’ ex accusato di un omicidio, Michele Misseri; un ex premier in carenza d’ossigeno, Silvio Berlusconi. Il caminetto domenicale di Canale 5, ieri, s’è mostrato col suo “meglio”. Berlusconi a ruota libera per un’ora e venti, intervistato (si fa per dire) da una Barbara D’Urso che non ha avuto neanche il pudore di accennare a un contraddittorio. E denudata da un fuori onda dove si sentiva benissimo che lui, il capo, le forniva istruzioni sulla domanda successiva. Sorvoliamo sulle inquietanti dichiarazioni di Michele Misseri, che ancora una volta ha fornito la sua versione sul delitto della nipote quindicenne, riuscendo a trovare persino un appiglio psicologico (in questi mesi il greve contadino s’è raffinato parecchio) “volevo lasciare Sarah senza indumenti sotto l’albero di fico forse perché è lì che, da piccolo, sono stato legato e picchiato da mio padre“. E sorvoliamo anche sulla pornostar indirizzata sulla via del tramonto che tanto vorrebbe tornare in auge e che ha colto l’occasione per ricordare il pigamlione nonché ex marito recentemente scomparso, Riccardo Schicchi. Inevitabile che una simile raffica di “scoop” provocasse in rete una vera e propria sollevazione, c’è chi ha detto che mancavano solo “Putin, il mostro di Milwaukee, Topo Gigio, Sara Tommasi e Sgarbi“; ma cosa contano, buongusto, deontologia, buona tv: i dati d’ascolto daranno ragione alla D’Urso mentre i tre protagonisti dell’exploit per quanti benefici possano trarre dalla presenza in tv, oggi fanno anche un po’ tristezza, chi in un modo, chi nell’altro. (a.d)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto