La sensazione di cadere mentre si dorme? Arriva la spiegazione scientifica

La sensazione di cadere mentre si dorme? Arriva la spiegazione scientifica

Se siete tra quelli che sperimentano la sensazione di cadere mentre dormite, potreste essere interessati ai risultati di uno studio della Mayo Clinic


Vi capita mai di svegliarvi improvvisamente a causa della sensazione di cadere nel vuoto? Questa strana sensazione è conosciuta come contrazione mioclonica ipnagogica. Se ci vi è successo in più di un’occasione, non preoccupatevi, non siete i soli. Circa il 70 per cento di tutte le persone sperimentano questo fenomeno poco dopo essersi addormentate, secondo un recente studio condotto dalla Mayo Clinic.

La sensazione di cadere mentre si dorme: la spiegazione scientifica

La maggior parte degli esperti concordano sul fatto che tale fenomeno rappresenti una parte naturale del processo del sonno, proprio come la respirazione più lenta e un battito cardiaco ridotto. Tuttavia, gli esperti non sono ancora del tutto sicuri sul perché il corpo faccia ciò. Il consenso generale tra i ricercatori è che, quando i muscoli cominciano a rilassarsi ed andare in uno stato di riposo mentre ci si sta addormentando, il cervello percepisce questi segnali di rilassamento e li interpreta, pensando che stiate cadendo giù.

Il cervello invia quindi i segnali ai muscoli delle braccia e delle gambe, nel tentativo di scuotervi all’indietro in posizione verticale. Questa errata interpretazione che avviene nel cervello può essere responsabile anche per il sogno di cadere che accompagna la sensazione della caduta. Questi “sogni” non sono in realtà i sogni normali, in quanto non sono prodotti dal sonno REM, ma rappresentano più dei sogni ad occhi aperti o allucinazioni in risposta alle sensazioni del corpo.

Anche se questo fenomeno accade a quasi tutte le persone, gli studi hanno recentemente iniziato a collegare tali sensazioni di caduta all’ansia, alla stanchezza e a vari disagi. Le persone che hanno difficoltà a dormire o non riescono a mettersi a proprio agio a letto sembrano sperimentare la sensazione più spesso durante la notte, soprattutto per quelle che non dormono da più di 24 ore.

I ricercatori ritengono che la mancanza di sonno confonde i muscoli e il cervello. I muscoli cercano di rilassarsi per il riposo, mentre il cervello rimane sveglio creando continue “interpretazioni errate” di caduta o perdita di equilibrio. Scienziati e ricercatori continuano a studiare le contrazioni nel sonno e gli scatti, affermando che la sensazione della caduta sia del tutto normale per il nostro corpo e che sia di scarsa rilevanza medica. I nostri corpi passano attraverso diverse procedure di spegnimento e si preparano per un lungo periodo di riposo prolungato. Non sembra che la sensazione di caduta possa causare danni al corpo ed inoltre non rappresenta alcun pericolo per il nostro benessere fisico.

Simona Vitale





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto