La musica migliora il gusto del cibo, ecco come

La musica migliora il gusto del cibo, ecco come

La musica è in grado di influenzare il gusto del cibo secondo le ricerche di un noto scienziato


Le canzoni cantate da Luciano Pavarotti sembrano capaci di aumentare l’intensità del gusto della mousse al cioccolato, mentre quelle dei Beatles contribuiscono a rendere più gustoso il pesce e le patatine. Questo non è uno scherzo, gli scienziati hanno effettivamente trovato che la melodia giusta può mettere in evidenza i sapori specifici da un certo piatto.

Alcune canzoni, cantate da determinati gruppi o cantanti, influenzano il gusto del cibo

Il professor Charles Spence, uno psicologo comportamentale dell’Università di Oxford ha rivelato all’Observer : ‘La musica non può creare il gusto o i sapori che non sono lì nella bocca, ma può attirare l’attenzione su alcune note presenti in un vino o cibo che sono in competizione nella tua mente. Parliamo di una sorta di condimento digitale’.

Ha detto che ci sono sono alcuni suoni corrispondono a certi sapori. L’acidità è ‘acuta’, mentre la dolcezza corrisponde a suoni più leggeri. Il gusto amaro funziona meglio con i toni più profondi. Il cuoco sperimentale Heston Blumenthal ha consultato il dottor Spence anche per avere su consigli su cose quali l’illuminazione, la musica e il design dei suoi ristoranti. Così sembra che la selezione musicale per la vostra prossima cena sia diventata molto più complicata: cosa va bene con le lasagne?

PS: Se vi piace una buona torta di zucca, meglio mettere su qualche pezzo jazz di Billie Holiday per rendere davvero unico il tutto! Nessun Dorma di Puccini esalta invece alla grande il gusto del caffè. Qualora mangiate cioccolata, essa vi sembrerà più amara se ascoltate musica triste, più dolce se invece ascoltate musica più leggera. Provare per credere, no?

LEGGI ANCHE: 5 buoni motivi per bere la cioccolata calda

Simona Vitale





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto