La casa va in fiamme, ma lei sorride in un selfie: ecco perché

La casa va in fiamme, ma lei sorride in un selfie: ecco perché

Un epilogo giusto per una tragedia vissuta da una famiglia della Florida. Leggiamo insieme.


Il desiderio di vendetta di Diena Thompson finalmente si è compiuto e senza alcuna violazione della legge. La donna ha incendiato una casa, salvo poi scattare un selfie insieme ai suoi figli nel quale appare radiosa e sorridente. Il motivo è preciso e, probabilmente, del tutto comprensibile. Sono stati in molti a chiedersi come una cosa del genere fosse possibile, ma in realtà la tragedia che si era consumata dietro le mura domestica era ben più grande.

Diena giovedì scorso ha appiccato il fuoco ad un’abitazione di Orange Park, in Florida, dove una delle sue figlie ha trascorso le ultime ore di vita, prima di essere stuprata e poi ammazzata. Il gesto della donna ha trovato il sostegno dei locali vigili del fuoco, i quali si sono occupati del fatto che nulla andasse storto e che le fiamme dell’incendio non investissero gli appartamenti dei vicini.

Jarred Harrell, il 29enne incriminato per lo stupro e l’omicidio della ragazzina, aveva attirato Somer Thompson all’interno della sua casa, nella periferia di Jacksonville mentre stava tornando a casa da scuola il 19 ottobre 2009. L’ha dapprima violentata e soffocata, salvo poi scaricare il suo corpo nella spazzatura. La casa dove la piccola è stata uccisa 5 anni fa da Jared Harrell è stata rasa al suolo come parte della formazione e e degli esercizi per pompieri giovedì 12 febbraio 2015. I resti della piccola furono trovati successivamente in una discarica della Georgia. Harrell è stato invece dichiarato colpevole di omicidio, sequestro di persona, violenza sessuale e altri oneri ed è stato condannato al carcere a vita.

La sua casa è stata sequestrata e la banca ne ha poi trasferito la proprietà alla Fondazione Somer Thompson Fondazione Somer, che a sua volta l’ha donata al Dipartimento dei Vigili del Fuoco al fine di farla distruggere con un incendio e consentire ai vigili del Fuoco di esercitarsi. Diena, 40 anni, e i suoi figli possono ora sorridere, anche se il cuore piangerà per sempre.

Simona Vitale





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto