Kaarina Kaikkonen: “Towards Tomorrow”, la mostra al MAXXI di Roma

Kaarina Kaikkonen: “Towards Tomorrow”, la mostra al MAXXI di Roma

Indumenti e abiti che raccontano storie sono pronti a essere protagonisti di un’installazione dell’artista finlandese Kaarina Kaikkonen.


Kaarina Kaikkonen dice di sé:

“L’idea di una nuova opera viene sia dallo spazio che da me. In primo luogo ho bisogno di percepire lo spazio, di capire come mi parla. Così lo ascolto e individuo le necessità dello spazio secondo il mio punto di vista. In secondo luogo ci sono io, il mio passato e la mia esperienza di artista che  si riversa inevitabilmente nel processo. Quindi viene tutto un po’ insieme: l’architettura, la storia, le tensioni, i materiali, il momento in cui accade”

Noi diciamo di Kaarina Kaikkonen:

Vestiti, abiti, colori, spazio e inventiva, memoria. Diciamo estro e creatività, diciamo imponenza e delicatezza. Diciamo che l’installazione che avrà luogo nella piazza del Museo al MAXXI di Roma, per chi non la conoscesse, è un’occasione perfetta per tuffarsi in un mondo irresistibile e irresistibilmente vorticoso e confortante. L’artista finlandese infatti ha raccolto, a partire dall’8 marzo sempre al MAXXI, camicie, magliette, tutine, canottiere e golf di vari colori, usati da bambini da 0 a 4 anni. L’installazione infatti si servirà di indumenti usati, indumenti che raccontano una vita, che dentro ogni fibra contengono storie e che sono pronti a intrecciarsi per creare altre 10, 100 o chissà quante altre vicende.

Nota per i suoi progetti ambientali e per le grandi installazioni realizzate con l’uso di materiali semplici, come indumenti o carta, che rimandano alla grande tradizione scandinava che vede nella relazione fra arte e ambiente uno degli esempi di ricerca più riusciti del Novecento. I materiali che utilizzerà nell’installazione site-specific concepita per il MAXXI sono vestiti da bambini, di diversi colori e fogge, che verranno recuperati con un grande progetto educativo di raccolta fra le famiglie del quartiere. In questo modo ogni persona che donerà un indumento, con tutto il suo bagaglio di ricordi connessi agli abiti dei bambini, farà parte idealmente dell’opera.
Come una grande vela, l’opera si muoverà con il vento, connettendo uno dei vuoti che caratterizzano il profilo esterno del MAXXI e rimodellando l’edificio di Zaha Hadid. I colori pastello e la morbidezza dei vestiti dei bambini stabiliranno un dialogo e metteranno alla prova la durezza del cemento che caratterizza le linee del museo.

L’opera realizzata per il MAXXI è parte di un progetto che ha previsto la realizzazione di una grande installazione site-specific dell’artista, Are We Still Going On?, pensata per la ex fabbrica di abbigliamento Max Mara, ora sede della Collezione Maramotti (Reggio Emilia, 26 febbraio – 28 ottobre 2012) e che segue e accompagna la struttura compositiva dell’edificio.

Dal 14 aprile – 15 luglio 2012 – prorogata fino al 16 settembre in Piazza del MAXXI, Kaarina Kaikkonen e i suoi abiti vi aspettano.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto