Io ti troverò, slitta la miniserie spagnola, ecco quando va in onda – Anticipazioni

Io ti troverò, slitta la miniserie spagnola, ecco quando va in onda – Anticipazioni

Ancora qualche giorno di pazienza per assistere alla miniserie tv spagnola Io ti troverò, una tragica storia di due mamme a cui vengono sottratti i loro neonati


Siamo in grande attesa della prima puntata della miniserie tv spagnola Io ti troverò, trasmessa su Canale 5: sarebbe dovuta andare in onda domani, martedì 28 aprile, ma le ultime notizie ci dicono ben altro.
Le due puntate della miniserie verranno infatti condensate in un unico, maxi appuntamento in onda giovedì 30 aprile alle ore 21:10 sulla rete ammiraglia Mediaset.
Tutto ciò per evitare lo scontro diretto con la quarta, attesissima puntata di Una grande famiglia 3?

Sono insondabili le motivazioni che stanno dietro a questa decisione dell’emittente, non possiamo che prenderne atto e raccontarvi ciò che vedremo nel corso dell’appuntamento di giovedì.
La miniserie tratta un argomento molto doloroso, quello della tratta illecita di neonati: una storia vera, che ha visto molte donne disperarsi per la perdita dei loro bambini – questo è anche il tema di base di Senza Identità, la fiction spagnola con Megan Montaner.
Siamo nella Spagna della metà degli anni ’70, ormai al termine del regime dittatoriale franchista, e conosciamo le due protagoniste Violeta (Macarena Garcia) e Conchita (Nadia De Santiago).

Entrambe le donne, seppure abitino in due città diverse – una a Madrid e una a Bilbao – hanno un destino comune: sono in dolce attesa e non hanno più un compagno al loro fianco.
Violeta si è rifugiata presso una congregazione religiosa, mentre Conchita è ospite presso la villa di una signora molto ricca.
Le due donne, per puro caso, si trovano a partorire nella stessa clinica, in un bellissimo giorno d’estate che si rivelerà solo il primo del loro lungo incubo.

Violeta e Conchita devono far fronte a due spietati personaggi: sono Suor Eulalia e la ginecologa che assiste ad entrambi i parti, la dottoressa Mena.
Queste due incallite criminali sono a capo di un terribile traffico illecito di neonati, e non esitano a strappare dalle braccia di Violeta e Conchita i loro bambini.
Si apre un terribile dramma per le due partorienti, che per trenta lunghi anni non avranno più notizie dei loro figli.

Nel 2005 incontriamo Susana (Adriana Ugarte), giovane donna alle prese con il suo primo bambino; la sua vita cambia completamente quando i suoi genitori le rivelano un doloroso segreto.
Susana infatti non è figlia di Elisa e Ricardo, come ha sempre creduto, poiché è stata adottata illegalmente da neonata: la verità la lascia senza fiato, ma ben presto la donna recupera le proprie forze e si mette alla ricerca dei suoi veri genitori.

Ha inizio il suo lungo viaggio, che la porta finalmente tra le braccia della sua vera mamma, Violeta: dopo trent’anni di sofferenza, finalmente la donna può riabbracciare sua figlia.
Ma la loro avventura non finisce qui: nel corso delle sue ricerche, Susana incontra infatti Conchita, e quando la giovane ritrova infine sua madre, non dimentica la disperazione della povera donna che ha avuto in comune con Violeta un così tragico destino.
Riuscirà Susana a permettere anche a Conchita di trovare suo figlio?

Giulia Sbaffi





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto