Inter – Fiorentina, promossi e bocciati, Gol e Highlights VIDEO

Inter – Fiorentina, promossi e bocciati, Gol e Highlights VIDEO

I promossi, i bocciati, i gol e highlights della partita – Inter Fiorentina 1-4 Serie A TIM 2015/2016, in breve: Ilicic 0-1, Kalinic 0-2, Kalinic 0-3, Icardi 1-3, Kalinic 1-4.


INTER – IL MIGLIORE: Medel, voto 6.5

Un autentico sopravvissuto. Un eroe di guerra scampato alla morte. Il centrocampista cileno, ancora una volta schierato in difesa al fianco di Miranda, è l’unico a salvarsi nel naufragio della sua squadra. Lotta su ogni pallone e fa il possibile per arginare gli attacchi viola. Ilicic e Kalinic gli piombano da tutte le parti e quando può ci mette una pezza. Incolpevole su tutti e quattro i goal della Fiorentina, cerca di spronare i suoi compagni, ma di fronte a sé ha solo cadaveri ambulanti. Stoico.

INTER – IL PEGGIORE: Handanovic, voto 3

Il valore assoluto dell’estremo difensore sloveno non si discute, ma se ci atteniamo alla gara di questa sera un solo aggettivo può ben rappresentare la sua performance: indecente. Passano solamente due minuti e si esibisce in un controllo maldestro di piede su un innocuo retropassaggio di Medel, per poi caracollare goffamente su Kalinic, causando il rigore che apre le danze viola. Non contento, poco dopo compie una parata tutt’altro che impeccabile su una conclusione al limite dell’area da parte di Ilicic: anziché deviare il pallone in alto sopra la traversa o esternamente in calcio d’angolo, l’ex portiere del Treviso pensa bene di far impennare la traiettoria del pallone, facendolo terminare in rete con la collaborazione di Kalinic. Ma non è tutto. Alla mezz’ora di gioco su un lancio rasoterra da trenta metri di Badelj decide inspiegabilmente di non uscire, costringendo il povero Miranda agli straordinari e a commettere fallo da ultimo uomo sul lanciato Kalinic. Inguardabile.

FIORENTINA – IL MIGLIORE: Kalinic, voto 7.5

Quando arrivò in punta di piedi circa un mese fa acquistato dal Dnipro i tifosi viola si chiesero: ”Ma chi è sto Kalinic?” Beh, ecco servito il biglietto da visita. Una pregevole tripletta ben impacchettata e confezionata che ha come destinatario l’Inter di Mancini. Al 2’ si procura il calcio di rigore che funge da apripista per lo show della squadra di Paulo Sousa. Dopodiché, non soddisfatto, pesca dal cilindro tre reti che fanno sognare Firenze: il primo di rapina sfruttando un’indecisione di Handanovic; il secondo dimostrando a tutti di avere un grande senso della posizione e un notevole fiuto per il goal, intervenendo in scivolata a terra anticipando lo sventurato Santon; il terzo facendosi trovare pronto all’appello sull’invito al bacio di Ilicic. Giuseppe Rossi, rimasto in panchina in quanto non al meglio fisicamente, può recuperare con tranquillità. Per adesso ci pensa lui a risolvere le partite. Sorpresa.

FIORENTINA – IL PEGGIORE: Tatarusanu, voto 5

Evidentemente non è la serata giusta per i portieri. L’ex Steaua Bucarest infatti è il solo dei suoi a prendere l’insufficienza. Forse per solidarietà nei confronti del suo collega Handanovic, sul punteggio di 3 a 0 per la Fiorentina per poco non commette un autogoal che avrebbe avuto dell’incredibile. Decide incomprensibilmente di passare all’indietro un banale passaggio di Roncaglia. Peccato che alle sue spalle c’è solo la porta, ma per sua fortuna la sfera termina sul fondo. In occasione del goal dell’Inter invece esce centralmente a farfalle nel cuore dell’area piccola, lasciando così lo spazio ad Icardi per il tapin vincente. Soporifero.

VIDEO Inter 1 – 4 Fiorentina GOL, HIGHLIGHTS

https://www.youtube.com/watch?v=Vz1HXN28G4c
Ti potrebbe interessare

IL BISCIONE ANNEGA IN UN OCEANO VIOLA – La Fiorentina cala il poker a San Siro. Un rigore di Ilicic e una tripletta di Kalinic affondano l’Inter di Mancini

Flavio Frontini





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto