Il Trono di Spade, il resoconto di San Diego

Il Trono di Spade, il resoconto di San Diego

Durante il Comic Con alcune anticipazioni e una sorpresa


Lo scorso weekend si è svolto a San Diego il “Comic Con” la convention dedicata alle serie tv, ai fumetti e alle saghe. Alcuni degli attori de “Il Trono di Spade” erano presenti e hanno risposto alle domande dei giornalisti e dei fan, hanno firmato autografi e sono stati disponibili nei confronti degli appassionati della serie ancora sconvolti dagli avvenimenti del “Red Wedding“.

Tra gli attori del cast erano presenti Peter Dinklage, Michelle Fairley, John Bradley, Kit Harrington, Rose Leslie, Richard Madden ed Emilia Clarke e gli autori David Benioff e D.B. Weiss. Nè gli attori nè gli autori hanno svelato anticipazioni per quanto riguarda la quarta stagione de “Il Trono di Spade” come invece è accaduto negli anni scorsi ma le sorprese non sono mancate. Il “panel” è iniziato con un video “in memoria” di tutte le vittime della penna di George R.R. Martin il quale ha afferamato che uccidere i personaggi significa dare nuove opportunità lavorative agli attori.

Lo scrittore ha inoltre preso atto della sua lentezza nello scrivere il sesto e il settimo libro della saga ma ha promesso che si sbrigherà. Una curiosità molto particolare che è stata svelata sono state le lacrime della troupe durante le riprese del nono episodio, il “Red Wedding”. Richard Madden (Robb Stark) ha pianto mentre era in volo verso casa perchè non farà più parte del team di lavoro e tutti i presenti hanno detto che il momento più straziante è stato l’urlo di Michelle Fairley (Catelyn).

I produttori non obbligano gli attori se leggere i libri della saga. Molti non vogliono rovinarsi la sorpresa, alcune vicende vengono infatti modificate rispetto alla versione cartacea della storia. Peter Dinklage è l’unico che si tiene informato sul futuro del suo personaggio.

Per quanto riguarda gli altri personaggi John Bradley ha parlato del suo Samwell Tarly. L’attore ha svelato che il personaggio è diventato eroico soprattutto dopo essere stato attaccato, e aver ucciso, un Estraneo. Inoltre ha iniziato a difendere i deboli grazie all’amicizia con Jon Snow. Su quest’ultimo l’attore Kit Harington ha svelato che il suo personaggio è alla ricerca di una figura paterna e quindi ha voluto confrontarsi con figure di uomini potenti. Secondo Harington Jon Snow farà strada e arriverà ad essere l’uomo che sta cercando.

Sui progetti futuri invece Martin ha smentito la possibilità di realizzare uno spin-off con protagonista Ned Stark anche se ha ammesso che sta pensando di creare un racconto dedicato ad Aegon Targaryen ambientato trecento anni prima delle vicende narrate ne “Il Trono di Spade”.

Emilia Clarke ha invece detto di essere rimasta molto sorpresa dalla sua nomination agli Emmy per la categoria “miglior attrice non protagonista di una serie drammatica” soprattutto perchè il suo desiderio era che nominassero David Benioff e DB Weiss per la sceneggiatura. La Clarke è stata protagonista anche di un simpatico fuori programma. Ad un certo punto infatti Jason Momoa, l’interprete di Khal Drogo, è salito sul palco e ha baciato Emilia. Subito dopo ha urlato “Non sono morto, George!” rivolgendosi a Martin ed è fuggito. L’attrice ha quindi urlato “Mio sole e stelle!” l’appellativo dei due nella serie tv. (s.e.)

Game of Thrones: In Memoriam





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto