Il match rosa del sabato sera va ancora alla Clerici

Il match rosa del sabato sera va ancora alla Clerici

La sfida del sabato sera è arrivata alla terza settimana e non ci sono dubbi su chi domina il prime…


La sfida del sabato sera è arrivata alla terza settimana e non ci sono dubbi su chi domina il prime time della televisione generalista. E’Antonella Clerici, reduce dal clamoroso e plebiscitario successo del “Festival di Sanremo”, con “Ti lascio una canzone” a strapazzare a suon di ascolti la competitor Paola Perego, neo conduttrice de “Lo Show dei Record” (le due edizioni precedenti erano state condotte da Barbara D’Urso).

Ad onor del vero sono i programmi e i loro contenuti a determinare l’affezione del pubblico, e soprattutto in questo caso si tratta di due programmi molto diversi –almeno sulla carta – che raggiungono pubblici altrettanto differenti tra loro. “Ti lascio una canzone”, è stato il programma più discusso della stagione, dopo che il suo ideatore, Roberto Cenci che fino alla scorsa edizione ne curava anche la regia, ha creato un format speculare per Canale5 con la conduzione di Gerry Scotti (Io canto). Si temeva un effetto saturazione, invece quando “Ti lascio una canzone” “l’originale” (nel logo è stato aggiunto questo aggettivo) è ripartito in diretta dall’Auditorium del Centro di Produzione di Napoli gli ascolti lo hanno premiato, anzi quasi è sembrato che “Io canto” di Scotti e Cenci, avesse in qualche modo agito come un involontario traino. I numeri sono da altri tempi televisivi: la media dopo tre puntate è di 6 milioni 411 mila telespettatori per uno share del 29,99%. E’ curioso leggere però il target: il programma che vede protagonisti bambini talentuosi nel canto è seguito prevalentemente da un pubblico anziano. Probabilmente i bambini di “Ti lascio una canzone” “subiscono” l’effetto televisivo del mostrarsi come piccoli adulti, interpretando canzoni che ben poco hanno a che vedere con la loro giovane età. Fanno felici genitori e nonni, ma probabilmente nei bambini a casa non scatta l’effetto identificazione. Anzi, immaginiamo anche un leggero fastidio. I piccoli davanti al televisore invece vanno pazzi per “Lo show dei Record“, dove come in una carovana circense, le brutture, le storture, le curiosità, le anomalie, le follie umane diventano format.

Nonostante l’affezione dei bimbi non è un compito facile quello di Paola Perego: ereditare un successo targato Barbara D’Urso e scontrarsi con la corazzata della Clerici. I numeri sono modesti anche se nell’ultima puntata la media si è alzata: 3 milioni 864 mila telespettatori per una media di share del 19,15%. Per ora l’uomo più alto e il teen ager più basso del mondo, la donna più tatuata o l’uomo che spezza biscotti con le scapole non sono stati sufficienti per impensierire davvero l’Antonella ormai nazionale.  (Erika Brenna)

Nel video uno spezzone della trasmissione dello scorso anno curato dal fan club di Antonella Clerici





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto