Il commissario Montalbano, puntata 29 giugno – Tocco d’artista streaming VIDEO

Il commissario Montalbano, puntata 29 giugno – Tocco d’artista streaming VIDEO

Torna, domani 29 giugno, una delle attese repliche de Il commissario Montalbano: stavolta è Tocco d’artista l’episodio ispirato dalla penna di Andrea Camilleri


Domani sera torna su Rai 1 il consueto appuntamento con le repliche degli episodi più belli de Il commissario Montalbano (interpretato da Luca Zingaretti) e ambientato nella splendida Sicilia. Enorme è il successo che le repliche de Il commissario Montalbano sta riscuotendo, con oltre 5 milioni di telespettatori che ogni settimana attendono il ritorno del loro personaggio nato dalla penna di Andrea Camilleri, autore di romanzi di successo aventi come protagonista proprio Montalbano. Stavolta l’appuntamento è con Tocco d’Artista. Coloro che non riusciranno a seguire la puntata de Il commissario Montalbano lunedì 29 giugno su Rai 1, potranno sempre farlo in streaming RAI cliccando QUI.

Questa la trama de Il commissario Montalbano -Tocco d’artista:

Una telefonata di Catrella, nelle prime ore del mattino, sveglia il commissario Montalbano. Il famoso orafo Alberto Larussa è stato trovato morto sulla sedia a rotelle e del tutto carbonizzato. Gli indizi fanno pensare ad un suicidio, ma nel corso della stessa notte a Vigata un elettricista viene ucciso a colpi di pistola. Ad indagare è il vice di Montalbano, Mimi Agello. Montalbano, non essendo convinto della pista del suicidio riesce ad ottenere alcuni giorni dal giudice per proseguire le sue indagini e perquisendo i piani superiori della villetta di Larussa, Montalbano trova delle vecchie foto strappate che ritraggono l’orefice quando non era ancora invalido, una pistola e un testamento con cui l’uomo lascia tutti i  suoi beni al fratello Giacomo.

LEGGI ANCHE: Il commissario Montalbano, un business da 30 milioni per la Sicilia

La perizia calligrafica sul testamento rivela che la scrittura dell’orefice è stata contraffatta e getta dei sospetti su Giacomo, avvistato da testimoni nei pressi della villetta la notte della morte del fratello. Giacomo si dichiara innocente, ma viene arrestato e sebbene nuove testimonianze sembrano inchiodare Giacomo che si difende asserendo di non aver avuto bisogno di contraffare il testamento del fratello perché, secondo le volontà del padre, alla morte di Alberto, tutti i beni che questi aveva ereditato dal padre sarebbero comunque passati a lui. Montalbano si chiede dunque il perché Giacomo avrebbe dovuto contraffare in effetti il testamento…

Simona Vitale
Tutto su Jurassik Park, seguici su D-Art




COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto