Il Commissario Montalbano – Mimì Augello è Cesare Bocci

Il Commissario Montalbano – Mimì Augello è Cesare Bocci

L’attore, nella serie da quasi 15 anni, è “il fimminaro” che fa impazzire le donne


La trasposizione televisiva dei romanzi di Andrea Camilleri che vede protagonista Luca Zingaretti nei panni di Salvo Montalbano, il commissario di Vigata, ruota attorno anche ad altri personaggi che lo aiutano a risolvere le difficili indagini in cui si imbatte. Tra i più amati c’è sicuramente Mimì Augello, il latin lover della situazione nonchè vice di Salvo.

Terminata la sua esperienza nel programma di Raitre Il giallo e il nero, l’attore parla della sua parte nella fiction di Raiuno. “Di Mimì a casa non porto mai nulla, perché altrimenti Daniela, la mia compagna, aprirebbe la porta e direbbe vai.Bocci è gioviale ed ironico proprio come il suo personaggio.

Mimì comunque è una persona fedele” aggiunge “è profondamente innamorato di Beba, ma è anche innamorato della donna in genere, e quindi è fedele a questi suoi due amori.” In merito alla sua conduzione in Il giallo e il nero, l’attore afferma di aver preso in prestito da Mimì “il suo essere poliziotto” che gli è stato utile per analizzare in termini tecnici alcuni casi che il programma di Raitre ha trattato.

A parti invertite, Bocci confessa: “Invece in Mimì, di Cesare, ho portato il mio essere padre. Mi ha aiutato essere padre, quando Mimì lo è diventato a sua volta. Mi è capitato proprio poco tempo fa di rivedermi in una puntata in cui Mimì teneva in braccio suo figlio e lì mi sono rivisto, quando mia figlia era piccola.”

Ogni stagione della fiction è premiata da milioni di telespettatori. Il segreto de Il Commissario Montalbano si potrebbe riassumere nelle parole di Zingaretti e Bocci: tornare in Sicilia per interpretare i loro personaggi è come ritrovare dei vecchi amici mai dimenticati.

Continua a leggere.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto