Il Commissario Montalbano – le curiosità della fiction

Il Commissario Montalbano – le curiosità della fiction

Dietro ai grandi numeri della serie si nascondo alcuni piccoli segreti


Quasi 10 milioni di italiani seguono con passione le avventure del personaggio di Andrea Camilleri interpretato da Luca Zingaretti. I numeri della serie sono davvero vertiginosi e anche dall’estero sono arrivati apprezzamenti da pubblico e critica. In pochi però sanno che dietro questo incredibile successo ci sono alcune curiosità davvero particolari.

In primo luogo, Camilleri ha voluto omaggiare lo scrittore Manuel Vázquez Montalbán donando lo stesso cognome al suo commissario. Lo scrittore spagnolo ha dato vita ad un altro detective molto simile a Salvo: Pepe Carvalho. Entrambi amano la cucina, la letteratura ed adottano metodi sbrigativi e ben poco convenzionali per risolvere i casi.

Mascalippa e Vigata sono due luoghi importanti: il primo è un paesino di montagna che lo ha visto vicecommissario, il secondo è una cittadina sul mare dove viene trasferito. Nella realtà questi due posti sarebbero Porto Empedocle e Agrigento. La casa di Salvo è un bed&breakfast che si trova a Punta Secca, frazione di Santa Croce Camerina in provincia di Ragusa.

Giorgio Cavazzano e Francesco Artibani hanno realizzato un’avventura del commissario che è apparsa sul numero 2994 di Topolino chiamato, per l’occasione speciale, Topalbano. Lo stesso Camilleri ha confessato che è stata la prima volta che Salvo sia apparso sui fumetti pur avendo avuto numerose offerte in passato.

L’anno scorso un altro commissario, quello Europeo della Pesca Maria Damanaki, ha scritto allo scrittore siciliano di non far mangiare più novellame al suo personaggio. Un fatto è certo, sicuramente Montalbano non smetterà di annoiare il pubblico televisivo.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto