Il commissario Montalbano – Il cane di terracotta, anticipazioni puntata 22 giugno

Il commissario Montalbano – Il cane di terracotta, anticipazioni puntata 22 giugno

Un nuovo appuntamento in replica per il commissario Montalbano: il 22 giugno ecco Il cane di terracotta, in attesa delle riprese dei nuovissimi episodi


Davvero un grande successo per il Commissario Montalbano che pure in replica su Rai 1 riesce ad ottenere risultati, in termini di auditel, davvero straordinari. Basta pensare che la scorsa puntata de Il commissario Montalbano – La forma dell’acqua, trasmessa ieri sera 15 giugno 2015 sempre in prima serata su Rai 1, è stata vista da ben 5,2 milioni di italiani che amano le indagini del commissario nato dalla penna di Andrea Camilleri e le bellissime e luminose location della Sicilia. Il Commissario Montalbano torna ora in replica lunedì 22 giugno 2015 con un nuovo episodio: Il cane di terracotta.

ANTICIPAZIONI IL COMMISSARIO MONTALBANO – IL CANE DI TERRACOTTA:

Il commissario Montalbano riceve la confessione del boss Tanu ‘u Greco, che vuole ritirarsi da una cosca mafiosa che non segue più le regole dell’organizzazione mafiosa. La mafia, tuttavia, non consente a nessuno di poter andare via e il boss viene prevedibilmente ucciso. Prima di morire, però Tanu rivela a Montalbano che esiste un arsenale di armi per la malavita nascosto in una grotta dove però il commissario trova anche due scheletri. Vicino agli scheletri anche un cane di terracotta e un piattino con delle monete.

Gli esami sugli scheletri rivelano che si tratta di due persone uccise e Montalbano decide di investigare anche se sono passati oltre  50 anni dall’episodio. Grazie all’aiuto del Preside Burgio, suo vecchio amico, Montalbano riuscirà a scoprire che i due morti erano Lisetta e Mario, due giovani uccisi nel corso della guerra da un sicario del padre di lei, violento fino ad aver abusato di lei. A sistemare i cadaveri nella grotta con il cane e le monete era stato un comune amico, Lillo Rizzitano, seguendo un rituale arabo e nella grotta che all’epoca apparteneva alla famiglia di Rizzitano. Quest’ultimo torna a Vigata proprio per raccontare tutto al commissario Montalbano.

LEGGI ANCHE: Il commissario Montalbano, un business da 30 milioni per la Sicilia

Simona Vitale





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto