Hunger Games: parla la protagonista Jennifer Lawrence

Hunger Games: parla la protagonista Jennifer Lawrence

Ha conquistato un Oscar e adesso anche la copertina di Vogue. Ecco l’intervista a una delle attrici più amate del cinema


Katniss Everdeen sta per tornare, uno dei ruoli più fortunati e amati del cinema sta per arrivare nuovamente al cinema e i fan della saga Hunger Games hanno già cominciato il conto alla rovescia che li porterà fino al 21 novembre, data importante, data di uscita del secondo capitolo della trasposizione cinematografica tratta dai libri di Suzanne Collins Hunger Games: La ragazza di fuoco.

A vestire i panni della protagonista femminile del film diretto da Francis Lawrence sarà ancora una volta il premio Oscar Jennifer Lawrence, una delle attrici più giovani e amate dello showbiz, una delle attrici più divertenti e che riesce a prendersi meno sul serio delle sue colleghe. Bella, ma non stupenda, con qualche chilo in più capace di renderla più umana e più interessante, Jennifer Lawrence occupa da sempre un posto particolare nel cuore dei suoi fan.

 

 

Oltre a guadagnarsi da sempre la stima crescente dei suoi colleghi, Jennifer Lawrence ha agguantato anche la copertina di Vogue America, una delle più prestigiose e l’intervista che ha rilasciato ha dimostrato la sua totale freschezza e genuinità, il suo modo di essere naturale e anche forse troppo normale.

“Fin da quando ero piccola, ho sempre avuto idee chiare su quello che volevo. Pensavo di essere mamma, di diventare una dottoressa e di vivere nel Kentucky. Ma ho sempre saputo che sarei diventata famosa. Non so come descrivere questa sensazione”.

Jennifer Lawrence prima di diventare premio Oscar e una delle attrici più in vista di Hollywood ha vissuto un’infanzia normale, anche se probabilmente non ha mai creduto di essere come tutti gli altri:

“Sono stata sempre un po’ stravagante…avevo una strana ansia. Odiavo la ricreazione,  le uscite didattiche, le feste mi stressavano”.

Fama, successo, soldi, fortuna, paparazzi e tutto quello che la vita patinata delle copertina e dei red carpet offrono, non sempre sono facili da assimilare e assorbire e a volte la vita vera, la vita normale manca anche a Jennifer Lawrence:

“Non è sempre bello quando parlo di questo. Mi sembra di cadere in un crollo nervoso, ultimamente. Tutto ad un tratto, il mondo intero si sente il diritto di sapere tutto sulla mia vita. Questo non mi piace…sono una ragazza normale e un essere umano”.

Dopo la fine del secondo capitolo di Hunger Games, Jennifer Lawrence è impegnata sul set di American Hustle, nel ruolo di Rosalyn, la moglie di Christian Bale. Ecco come ha descritto questa sua nuova avventura cinematografica:

Rosalyn è un personaggio della fantasia di David (O’Russell). Lei è un’alcolista depressa… ho avuto l’opportunità di lavorare con Christian Bale. Non potevo rifiutare. E poi quando sono stata sul set, le uniche parole che mi ripetevo erano: ‘questo è molto più di una vacanza’. È molto meglio allenare il mio cervello e stimolare la creatività. E poi è ‘quello che mi piace’”.

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto