Henri Cartier-Bresson: in mostra al Centro Espositivo di Entroubles

Henri Cartier-Bresson: in mostra al Centro Espositivo di Entroubles

In mostra fino al 16 settembre il maestro francese della fotografia: 7 sezioni e 135 immagini. Uno spettacolo in bianco e nero che vi farà entrare nel mondo del fotografo francese.


Cartier-Bresson, considerato l’emblema stesso della fotografia del ‘900, ne ha attraversato tutte le sue forme narrative: dal fotoreportage al ritratto, passando per il paesaggio, sempre fedele al bianco-nero, offrendoci uno spaccato della realtà ricco di eleganza formale e un’ironia che strizza l’occhio al surreale. Famosi i suoi ritratti ai maggiori esponenti della cultura e della politica mondiale del secolo appena trascorso.

L’esposizione al Centro Espositivo di Etroubles concede agli spettatori di entrare in una dimensione più intima e personale dell’uomo Cartier-Bresson grazie alle dediche di suo pugno che corredano molte delle opere della collezione, regalando uno sguardo sulla profonda amicizia che legò il fotografo e sua moglie Martine Franck a Sam, Lilette et Sébastien Szafran e ad Annette e Léonard Gianadda.

 

 

L’esposizione è articolata in 7 sezioni e presenta 135 fotografie dalla collezione Sam, Lilette e Sébastien Szafran offerta alla Fondation Pierre Gianadda il 19 novembre 2005. L’allestimento dell’architetto Paola Ciaschetti, su pareti colorate, permetterà ai visitatori di identificare con chiarezza le singole sezioni. Realizzata ancora una volta dal comune di Etroubles in collaborazione con la Fondation Gianadda di Martigny e le associazioni culturali Parrellarte e ArtEtroubles, è curata da Jean–Henry Papilloud, Sophia Cantinotti e Alessandro Parrella.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto