Heineken Jammin’ Festival: nel cast gli Evanescence di Amy Lee

Heineken Jammin’ Festival: nel cast gli Evanescence di Amy Lee

Con o senza Ben Moody, Amy Lee resta la leader di questa formazione statunitense che fonde diversi generi e che piace tanto a noi italiani.


Per parlare degli Evanescence bisogna fare un salto lungo circa dieci anni, ma il loro percorso artistico ne dura quasi 15. Statunitensi d’origine, sono diventati un gruppo cult in tutto il mondo, il bel visino di Amy Lee, cantante e leader della band, ha spopolato. Ha spopolato sì, ma lo ha fatto davvero nel 2003 con la hit Bring me to Life. Da quel momento in poi il gruppo è salito nell’Olimpo dei grandi.

La formazione, insieme dal 1995 ha lavoricchiato senza troppo successo, ma il salto di qualità – dato da una buona dose di fortuna e dal lavoro di una vita – che finalmente ha visto i frutti risale al 2003 appunto: Fallen con le sue 20 milioni di copie vendute nel mondo, 7 volte disco di platino e una volta disco d’oro, è il primo album ufficiale della band a uscire per una major e dopo Bring me to life, primo singolo scelto come colonna sonora del film Daredevil, gli Evanescence hanno sfornato un successo dopo l’altro.

 

Nel 2006 esce l’album The Open Door, parentesi piccola e insignificante. Da quando il chitarrista Ben Moody ha lasciato la band, qualcosa per Amy Lee e gli Evanescence è cambiato. Il suono non è stato più lo stesso e per la band è arrivata una pausa forzata.

Un pausa durata sino al 2011, quando il gruppo, con una nuova formazione, pubblica l’album Evanescence. Una rinascita che però non sarà mai capace di eguagliare il successo di vendite di Fallen e Amy Lee e soci, hanno smesso di essere un gruppo di riferimento dell’ambito quasi pop-olare.

La band attuale è composta da:

Amy Lee: voce, pianoforte e arpa; Terry Balsamo: chitarra solista; Troy McLawhorn: chitarra ritmica; Tim McCord: basso; Will Hunt: batteria.

https://www.youtube.com/watch?v=EGtEAgJRz8U





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto