Grey’s Anatomy 9, riassunto episodio 17

Grey’s Anatomy 9, riassunto episodio 17

Trasmesso lunedì 13 maggio su Fox Life


Lo scorso lunedì, 13 maggio, è andato in onda in prima serata su Fox Life il 17esimo episodio, “Il nuovo nome”, della nona stagione di Grey’s Anatomy.

 

Ecco quanto accaduto.

 

Jackson (Jesse Williams) accetta l’incarico offertogli dalla madre, Catherine Avery (Debbie Allen), diventando la figura a capo di tutti gli altri medici che hanno acquistato il Seattle Grace con i soldi ricevuti come indennizzo per l’incidente aereo. Le prime proposte di Jackson non incontrano però l’accordo del gruppo. Jackson, facendosi portavoce degli intenti della Fondazione, fa sapere che non c’è alcuna intenzione di riaprire il Pronto Soccorso. Non solo: c’è la volontà di licenziare Owen (Kevin McKidd), per dare una nuova immagine della Direzione. Derek (Patrick Dempsey) informa Owen di quanto è stato detto nel corso della riunione. Successivamente, Owen si reca spontaneamente da Jackson a presentare le sue dimissioni. Questo si ripercuote gravemente sulla programmazione giornaliera degli interventi di cui Hunt era il coordinatore. Tutta la responsabilità ricade inevitabilmente su Jackson, che dimostra di avere problemi nel prendere decisioni organizzative. Questo preoccupa molto Richard (James Pickens).

Catherine, però, è convinta di aver fatto la scelta giusta e ritiene che il figlio sarà perfettamente in grado di ricoprire il ruolo affidatogli. A fine giornata, Jackson inizia ad acquistare più sicurezza in se stesso e riesce a prendere alcune importanti decisioni: il Pronto Soccorso verrà riaperto, convince Owen a riprendere l’incarico e propone di cambiare il nome dell’ospedale in “Sloan-Grey Memorial Hospital”. (e.s.)

 

 

“Il nuovo nome” – trailer

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto