“Grey” e la critica della CSNN, dopo il film anche il libro

“Grey” e la critica della CSNN, dopo il film anche il libro

Il Centro Nazionale per lo Sfruttamento Sessuale esprime la sua disapprovazione inerente al quarto libro della James per il sadomaso e la sotttomissione


Dopo il film anche il quarto libro è stato colpito dalle numerose voci di critica del web. Il tema p sempre lo stesso, ovvero lo sfruttamento sessuale della donna. Dopo la realizzazione del film 50 sfumature di grigio il Centro Nazionale per lo Sfruttamento Sessuale (CNSS) è tornato a farsi sentire e a mettere voce in capitolo nella questione Fifty Shades.

Al momento dell’uscita di Grey, l’ultimo romanzo di E. L. James, l’istituto ha espresso la sua disapprovazione. Il presidente del centro, Alba Hawkins, prevede che il libro sarà un’altra volta una razionalizzazione di abusi domestici, irresponsabile. Un uomo che tortura e costringe la “persona amata” al piacere sessuale non è ciò che in natura si è più portati a fare sentendosi a proprio agio. La natura dei fatti si evolve in altri modi.

Le fan di Cinquanta Sfumature attaccano il commento del presidente, controbattendo che il libro non è ancora praticamente uscito e già, a priori, lo si critica. Forse l’intuito e la professionalità a volte non fallisco ma resta comunque il fatto che qualsiasi cosa, prima di essere critica e attaccata, dovrebbe essere conosciuta per intero.

 

Ecco la dichiarazione ufficiale del vice-presidente della CNSS: <<La continuazione di questa serie perpetua l’integrazione di abusi domestici. Invia il messaggio deviato e deviante che la vittima possa sfuggire alla violenza, mediante l’obbedienza al patner>>.

 

(v.c.)

 





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto