Grande Fratello: Alessandro Calabrese non è un pugile, il mistero si fa fitto?

Grande Fratello: Alessandro Calabrese non è un pugile, il mistero si fa fitto?

Il 33enne di Nettuno era stato presentato dal Grande Fratello 14 come un pugile professionista ma a quanto pare non è così.


Alessandro Calabrese del Grande Fratello 14 si è presentato nel reality definendosi un pugile, ma a quanto pare non è affatto così. Il 33enne di Nettuno, ha raccontato ai coinquilini di aver praticato boxe per 14 anni come fosse un campione o un esperto, ma pare proprio che le cose dette dal gieffino non siano vere. A darci la succosa notizia, è come sempre il beninformato vicolodellenews che ha riportato un post pubblicato dalle associazioni “Viva la boxe” e “Vita da pugili” in cui si afferma che il concorrente romano non ha mai combattuto per il vacante titolo dei pesi medi, ne tantomeno risulta essere pugile agonista non avendo mai disputato incontri agonistici. Dunque viene da chiedersi perché Alessandro Calabrese ha detto cose non vere e soprattutto a quale scopo?

Il Grande Fratello 14 è già pieno di polemiche dovute prima agli atti di bullismo ai danni di Federica Lepanto e in seguito ad alcune presunte bestemmie o frasi contro i trans mai punite. La ciliegina sulla torta è la bugia detta dal Calabrese in merito alla sua attività di pugilato. Il ragazzo aveva detto ai compagni di gioco di aver combattuto per i pesi medi, cosa appunto non vera. Anche il portale giudiziale.blogspot.it ha voluto scrivere un post in merito alle bugie del concorrente romano: “Alessandro Calabrese, concorrente del “Grande Fratello 2015″, è entrato nella casa con l’etichetta di pugile, ma agli attenti telespettatori della popolare trasmissione Mediaset, è bastato poco per iniziare a nutrire dubbi sull’esperienza pugilistica del concorrente di Nettuno, che vanterebbe «quattordici anni di pugilato».” Ora come la prenderanno i fan del concorrente romano, che dopo essere stato affibbiato col nomingnolo di Zerbinandro, a causa della sua ingombrante ex Lidia Vella, ora dovrà pure giustificarsi sul perché si è professato pugile quando non lo sarebbe.

C.L.

 





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto