Grande Fratello 2018, la deputata Pezzopane accusa il reality di strumentalizzare morbosamente la sua storia con Simone Coccia

Grande Fratello 2018, la deputata Pezzopane accusa il reality di strumentalizzare morbosamente la sua storia con Simone Coccia

Stefania Pezzopane: “Strumentalizzano morbosamente la mia storia d’amore con Simone Coccia”


Intervistata dal settimanale Oggi, l’ex senatrice e oggi deputata del Partito DemocraticoStefania Pezzopane, accusa il reality di strumentalizzare in maniera morbosa la sua storia d’amore con Simone Coccia, attuale concorrente del Grande Fratello 15 e con il quale è fidanzata da quattro anni.

La Pezzopane, in riferimento alle recenti vicende che hanno coinvolto Simone, prima con le accuse dell’ex gieffiena Floriana Secondi e successivamente con i messaggi hot svelati da Barbara D’Urso per i quali si insinuava un corteggiamento sospetto di Coccia nei confronti di Lucia Bramieri, ritiene che si stiano volutamente sottolineando aspetti negativi di Simone, ponendolo al centro dell’attenzione sul gossip che gira intorno alla sua relazione.

“Non immaginavo affatto che la trasmissione Grande Fratello usasse, strumentalmente e in modo così morboso, la mia storia d’amore per raccontare l’esperienza di Simone nella Casa – Ha esordito la deputata alla rivista diretta da Umberto Brindani – Stanno facendo di tutto per sottolineare certi aspetti del suo carattere nella speranza, forse, che io mi infastidisca. Purtroppo hanno fatto male i loro conti: conosco molto bene Simone e lui dentro si comporta come meglio crede. Fa quello che ritiene opportuno. Ci ha pensato molto prima di accettare questa sfida professionale. Prima che entrasse nella Casa gli ho dato una sola e unica raccomandazione: stai attento alle trappole.”

coccia

La Pezzopane poi ha sottolineato quanto la sua relazione sia sempre stato oggetto di pregiudizi, sia per l’estrazione sociale di Coccia, ex spogliarellista, sia per la differenza d’età, essendo lui più giovane di lei di 23 anni:

“Quando ho iniziato a frequentare Simone mi sono sentita un po’ sola – Ha continuato la Pezzopane – la gente e molti colleghi politici mi sono stati vicini, mentre le persone che mi conoscono meglio e alcuni amici si sono allontanati. Hanno preferito giudicare i miei sentimenti con un moralismo gratuito, sorprendente ed esasperato. Hanno pensato che fossi impazzita. Hanno svilito i miei sentimenti, pensando che fosse una storia di sesso. Si sono vergognati di continuare a frequentarmi perché Simone ha un modo di essere che, secondo loro, non è compatibile con il mio ambiente. La cosa mi ha ferito parecchio anche perché io non mi sono mai permessa di commentare o giudicare negativamente le vite degli altri. Sono una donna libera, anche in politica mi sono sempre battuta per le libertà individuali: difendere questo amore per me è diventata una scelta e, se permette, anche una battaglia politica. Simone e io ci divertiamo moltissimo. Sorridere alla vita non toglie nulla alla mia storia politica e ai miei valori di donna di sinistra.”





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto