Game of Thrones 6 spoiler: Bran Stark torna, quali novità su Jon Snow?

Game of Thrones 6 spoiler: Bran Stark torna, quali novità su Jon Snow?

Il giovane Bran tornerà nel corso della sesta stagione di Game of Thrones – Il Trono di Spade, e avrà un ruolo molto importante: ecco come tutto questo si collega alla morte – presunta – di Jon Snow


A svelarlo è David Benioff, lo sceneggiatore di Game of Thrones: nel corso della sesta stagione vedremo nuovamente Bran Stark – uno dei pochi figli maschi di Ned ancora in vita – e il giovane porterà con sé grandi novità.
Sebbene al Comic Con di San Diego 2015 i fan non siano riusciti ad ottenere informazioni interessanti in merito a GOT 6 – ne abbiamo parlato qui – qualche notizia ci è comunque giunta, e tutto ciò rende un pochino più sopportabile l’interminabile attesa della sesta stagione.

ATTENZIONE! L’articolo potrebbe contenere SPOILER su GOT 6!

Di Bran non abbiamo avuto notizie per tutta la quinta stagione di Game of Thrones, ma ora possiamo dirvi con certezza che non gli è accaduto nulla di grave, dal momento che sta per tornare in scena.
Di lui ha parlato Benioff, che come riportato da Wired ha rilasciato delle dichiarazioni molto importanti: il giovane Bran è stato paragonato a Luke Skywalker.

“Sarebbe molto meno interessante, dopo L’impero colpisce ancora, guardare un intero episodio dedicato a Luke che si allena per diventare Jedi. È molto più figo passare direttamente da L’impero colpisce ancora a Il ritorno dello Jedi quando Luke ha già finito il suo percorso di formazione”.
Così, anche il maggiore degli Stark ancora in vita tornerà dopo una lunga assenza, e lo troveremo molto cambiato, pronto a lasciarci a bocca aperta con tante incredibili sorprese.

I suoi poteri divinatori infatti potranno cambiare completamente il corso degli eventi e stupirci con alcune rivelazioni a dir poco strabilianti.
Lo stesso Isaac Hempstead Wright – l’attore che interpreta Bran – ha dichiarato in un’intervista il suo ritorno sul set di GOT 6: “Non posso dire molto, ma tornerò nella prossima stagione e le cose si faranno particolarmente interessanti per Bran. Avrà alcune visioni interessanti”.

Ciò di cui si è molto parlato negli ultimi tempi è il legame che potrebbe esserci tra le divinazioni di Bran e il Lord Comandante dei Guardiani della Notte.
Come ormai tutti ben sappiamo, Jon Snow è morto nell’ultimo episodio della quinta stagione – rivedi qui Game of Thrones 5×10 – sebbene i fan non possano ancora farsene una ragione.
In effetti, sono davvero infinite le teorie riguardanti la possibilità di un ritorno di Jon nella sesta stagione, qui ne abbiamo accennate alcune.

Le visioni di Bran potranno finalmente darci la conferma di un fatto che, se dovesse effettivamente risultare veritiero, ribalterà sicuramente le carte in tavola.
Si è fatto cenno ad una visione che potrebbe spiegare infatti le vere origini di Jon Snow: il giovane, stando alle ultime teorie, non sarebbe affatto figlio di Ned Stark, rimanendo comunque sangue del suo sangue – come lo stesso Eddard ribadisce in più di un’occasione.

Già in una visione precedente Bran ha avuto modo di ‘sbirciare’ Ned in preghiera, chiedere agli Dei di far sì che i suoi figli crescano come fratelli, ovviamente riferendosi a Robb e Jon Snow.
Perché avrebbe dovuto dire ‘come’ fratelli, se fratelli effettivamente sono, in quanto figli dello stesso uomo?
Ecco quindi un primo indizio: forse Jon Snow non è figlio di Ned, ma di qualcun altro che ha lo stesso sangue degli Stark.

E chi altri rimane se non Lyanna, la povera sorella di Eddard? La giovane è stata ritrovata morta in un letto di sangue, cosa che potrebbe far pensare ad un parto finito in maniera tragica.
Ned potrebbe aver avuto pietà del neonato, figlio di sua sorella, e averlo preso con sé, sopportando l’onta di avere un figlio bastardo piuttosto di rivelare a tutti la verità.
Questo è ovviamente ciò che predica la teoria riassunta dall’acronimo R+L=J, secondo la quale Jon Snow è quindi figlio di Lyanna e Rhaegar Targaryen.

Questa teoria potrà forse venir confermata proprio da una visione di Bran nella sesta stagione di GOT, e avrà importanti ripercussioni sulla morte di Jon Snow.
Sappiamo infatti che la stirpe Targaryen, sebbene non essendo immune al fuoco, ne trae poteri rigeneratori – l’abbiamo già visto in Daenerys.
Un’ipotesi plausibile, qualora appunto Jon dovesse rivelarsi figlio di Rhaegar, riguarda proprio le fiamme.

Se i Guardiani della Notte dovessero gettare il corpo del loro Lord Comandante nel fuoco, Jon potrebbe ricavarne il potere per sanare le sue ferite e tornare in vita.
Insomma, ci aspettano davvero numerosi colpi di scena, in questa sesta stagione di GOT: dobbiamo solo attendere alcuni mesi, e sperare che il sesto capitolo delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco esca prima della serie tv, in modo da tuffarci nel libro e renderci più pazienti.

Potrebbe interessarti anche:

JON SNOW È LA REINCARNAZIONE DI AZOR AHAI?

L’INVERNO STA ARRIVANDO!


L’Inverno ormai è alle porte, ma nessuno sa di preciso quando arriverà, né quanto è destinato a durare. Perché? Cosa impedisce agli abitanti dei Sette Regni di prevedere correttamente il ciclo delle stagioni? Senza considerare la magia, che pure costituisce un elemento fondamentale all’interno delle Cronache, possiamo cercare una risposta alle nostre domande nella Scienza. Ecco quindi cinque ipotesi astronomiche sulla natura estrema delle stagioni che caratterizzano il mondo di Martin

Giulia Sbaffi





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto