Gabriele Paolini ha tentato il suicidio: pronto intervento nella notte

Gabriele Paolini ha tentato il suicidio: pronto intervento nella notte

Nulla di grave alla fine grazie alla prontezza dei soccorsi. Suicidio annunciato via facebook


Sono state ore movimentate quelle appena trascorse per Gabriele Paolini, il disturbatore televisivo per eccellenza costretto da un anno a questa parte non solo a stare lontano dalle telecamere delle grandi emittenti nazionali ed internazionali, ma anche a non potersi godere la libertà della vita quotidiana.

Proprio ieri ricorreva “l’anniversario” di carcerazione domiciliare di Gabriele Paolini, finito “dietro le sbarre” per un caso di pedofilia nonostante continui a proclamarsi innocente, proclami che lo hanno portato ieri a prendere la decisione di togliersi la vita.

Prima di lanciarsi nel folle gesto ha precisato via Facebook le motivazioni alla base della sua decisione, che sembrano tutte avere a che fare con il famoso Daniel, ragazzo minorenne di cui dice di essersi innamorato e di cui continua ancora oggi a sentire la mancanza: Quando stavo con Daniel guardavo le cose in modo diverso; vedevo in ogni istante l’arcobaleno nel cielo. Grazie a Daniel ho accarezzato le nuvole, parlato con le stelle. Sara’ veramente fortunata la persona che, nel corso della sua vita, incontrera’ e conoscera’ Daniel. Ho amato Daniel, solo amato, niente di piu’!!!. Non riesco piu’ a vivere senza di lui”.

Non un semplice proclama per spingere i media a parlare di lui, in questo è certamente un esperto, ma questa volta quelle scatole di Depakine e Stilnox le ha ingerite veramente, mettendo a repentaglio seriamente la propria vita. Nulla di fatto alla fine, per sua fortuna i soccorsi dall’esterno sono stati immediati e grazie ai medici intervenuti prontamente la situazione non è degenerata. Ora sta bene, la sua vita non è più in pericolo, ma resta in lui il vittimismo di chi non si rende conto delle proprie azioni continuando a proclamarsi innocente ad ogni costo. Infatti, anche dopo il folle gesto ha continuato ad urlare la propria innocenza agli agenti.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto