Festival di Sanremo 2014, il monologo di Luciana Littizzetto sulla bellezza [VIDEO]

Festival di Sanremo 2014, il monologo di Luciana Littizzetto sulla bellezza [VIDEO]

Irriverente, brillante e geniale, Lucianina anche quest’anno ci propone un monologo ma avremmo voluto di più da lei


Come consuetudine, Luciana Littizzetto durante la terza serata del Festival di Sanremo, è riuscita puntualmente a catalizzare tutta l’attenzione del pubblico dell’Ariston e da casa, grazie a un monologo dei suoi. Diciamo che probabilmente coloro che hanno affermato di aspettarsi qualcosa di più da Lucianina nazionale, non hanno torto.

Luciana Littizzetto è come se avesse riciclato le tematiche dello scorso anno e il monologo sulla bellezza si è rivelato essere un doppione di quello di un anno fa. Nonostante questo però, le risate sono state assicurate e le battute seppure a tratti scontate, hanno suscitato il riso della platea.

Luciana Littizzetto ne ha proprio per tutti: i capelli di Noemi che paragona a un piatto di spaghetti alla puttanesca, per non parlare del look di Giusy Ferreri che sembra Diabolik perché ha scambiato i suoi collant con quelli delle gemelle Kessler; il rapper Frankie HI-NRG mc non è risparmiato, ma a modo suo graziato: prima di cantare Pedala si prepara facendo la ciclette.

Lucianina Littizzetto è incontenibile e ha una parola per tutti i cantanti e anche per Fabio Fazio: c’è Arisa che sembra la Iervolino e Giuliano Palma pettinato come Sallusti; la barba di Fabio Fazio che diventa nevischio dei presepi, la peluria che fanno le pesche quando iniziano a marcire.

Nel monologo sulla bellezza e la chirurgia estetica, la comica parla del Grande Fratello e del caso di una donna con fisico prorompente e maggiorata DOC: il suo seno, paragonato alle cupole di San Pietro per la società è normale, ma un uomo con un braccio invece di due no. Le labbra rifatte diventano non più i comuni “due canotti”, ma lumache obese e poi ci sono le rughe. I colpi d’accetta in mezzo alla fronte che possiedono solo lei, Ligabue e la Fornerno.

Insomma, Luciana Littizzetto e i suoi autori stavolta non sono stati in grado di inventare niente di nuovo, ma poco importa: gli applausi sono arrivati, il successo anche e le risate ovviamente hanno fatto da cornice alle sue battute. Ennesimo colpo vincente della comica torinese!

Se volete conoscere la classifica provvisoria del Festival di Sanremo, CLICCATE QUI.

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto