Fallout 4 è realtà, la conferma arriva da Kotaku

Fallout 4 è realtà, la conferma arriva da Kotaku

Le indiscrezioni comparse sul web all’inizio del 2013 trovano conferma nel contenuto di alcuni documenti leakati giunti nella redazione di Kotaku la scorsa settimana e forniscono le prime informazioni certe sull’esistenza di Fallout 4


Nella giornata di ieri è arrivata la notizia che moltissimi videogiocatori attendevano da tempo: Fallout 4 esiste e, secondo fonti ben informate, l’annuncio ufficiale potrebbe arrivare già nei primi mesi del 2014.

I primi rumors su Fallout 4 emersero più di un anno fa, ma all’epoca nessuno confermò l’esistenza del progetto e con il passare dei mesi la notizia si perse nei meandri della rete. Oggi la situazione è cambiata e le indiscrezioni trapelate negli ultimi giorni sono considerate più che attendibili da buona parte della comunità degli addetti ai lavori.

Secondo quanto riportato da Kotaku sembra che l’ultimo capitolo della celebre saga di Fallout sarà ambientato a Boston, Massachussets, patria del Commonwealth post-apocalittico. La storyline di Fallout 4 potrebbe ruotare intorno al celebre Istituto, organizzazione governativa adibita alla ricerca scientifica che nasce con lo scopo di creare Androidi e I.A. utilizzando tutte le più avanzate tecnologie pre-belliche recuperate dalle macerie della vecchia civiltà.

Le fonti di Kotaku si basano su alcuni documenti leakati nei quali compaiono bozze di voice acting e riferimenti al Commonwealth. Il termine “Fallout” non si trova in nessuno dei fogli esaminati da Kotaku, ma in compenso nell’intestazione della prima pagina è possibile leggere il celebre incipit che ha caratterizzato negli anni tutti i capitoli del GDR post-apocalittico: “War. War Never Changes”.

Le indiscrezioni diffuse da Kotaku seguono a distanza di breve tempo due importantissimi episodi che avevano già risvegliato l’interesse dei videogiocatori di tutto il mondo, ovvero la registrazione del trademark per Fallout 4 in Europa e la creazione di un sito web dedicato al gioco (rivelatosi poi una burla).

Non vi è ancora nessuna certezza, invece, su chi stia sviluppando il gioco: il publisher sarà sicuramente Bethesda, che possiede tutti i diritti del franchise, ma non è da escludere che l’azienda statunitense possa affidarsi ad un team esterno per i lavori di sviluppo, così come accadde per Fallout: New Vegas.

(St.S.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto