Facciamo che io ero: Virginia Raffaele sbarca in prima serata su Rai2 con il primo One Woman Show

Facciamo che io ero: Virginia Raffaele sbarca in prima serata su Rai2 con il primo One Woman Show

La fantastica imitatrice romana ci aspetta stasera, giovedì 18 maggio, in prima serata su Rai2.


Da stasera, giovedì 18 maggio alle ore 21.20 su Rai2, arriva Virginia Raffaele con la prima delle quattro puntate di Facciamo che io ero,  il suo primo One Woman Show. Il Teatro 15 di Cinecittà si trasformerà in un luogo magico. Lo show si svolgerà in un’ambientazione circense, in bilico fra sogno e realtà, che recupera l’infanzia dell’imitatrice romana. Facciamo che io ero si avvarrà, inoltre, della partecipazione straordinaria di Fabio De Luigi, il quale tenterà di tenere a bada le molteplici personalità che vivono nella Raffaele.

Articolo virgi

Nel corso delle quattro puntate, Virginia porterà sul palco le sue storiche maschere: da Sabrina Ferilli a Ornella Vanoni, da Carla Fracci a Donatella Versace passando per Belen Rodriguez, ma arriveranno anche nuovi personaggi, come Milanie Trump. Tra gli ospiti della prima puntata ci saranno Francesco Gabbani, vincitore del Festival di Sanremo e reduce dal premio della Sala Stampa dell’Eurofestival, Malika Ayane, Roberto Bolle, il duo comico Lillo e Greg, amici con i quali Virginia Raffaele ha esordito a Radio2 nel 2006, e Lino Guanciale, attualmente al cinema con I peggiori. Non solo. Donatella Versace, alias Virginia Raffaele, ogni settimana condurrà una puntata speciale del Donatella Late Show, in cui intervisterà famosi personaggi dello showbiz: l’ospite della prima puntata sarà Gabriel Garko.

VIRGINIA-RAFFAELE-4-775×505

Nel cast, un corpo di ballo pazzesco per le coreografie di Laccio e una band diretta da Teo Ciavarella. Facciamo Che Io Ero è un programma prodotto da Rai2 in collaborazione con Ballandi Multimedia, scritto e ideato da Virginia Raffaele e Giovanni Todescan con Marco Terenzi, Dario Tajetta, Simone Di Rosa, e Paolo Cananzi e la collaborazione di Mattia Torre e Daniele Prato. Il direttore artistico è Cristiano D’Alisera e la regia è affidata a Piergiorgio Camilli.

 

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto