Fabrizio Corona e la sua nuova vita in carcere: La rabbia è diventata dolore. Leggo, scrivo e penso di continuo”

Fabrizio Corona e la sua nuova vita in carcere: La rabbia è diventata dolore. Leggo, scrivo e penso di continuo”

Non si era mai reso conto di commettere reato, ed ora ne paga amaramente le conseguenze


Sono ormai lontani i tempi di champagne e follie per Fabrizio Corona, finito in carcere con una lunga pena da scontare e che ieri sera ha disegnato a Virus, su Rai 2, un nuovo profilo di sé stesso, molto diverso non solo da quello che era prima di entrare in carcere, ma anche dal suo modo di essere dei primi mesi di carcerazione.

Ad oggi dichiara di non avere più quella gran voglia di fare degli inizi, ha smesso di occuparsi dei suoi portali web dedicati ai detenuti preferendo smettere inoltre di darsi da fare portando il vitto ai detenuti, e preso com’è dai suoi pensieri ha rinunciato arbitrariamente anche all’ora d’aria da ben 3 mesi. “Non esco più dalla cella, non vado all’ora d’aria da 3 mesi, nemmeno più in palestra, sono molto dimagrito. La rabbia è diventata dolore, la voglia di fare è diventata riflessione, la voglia di combattere è diventata ricerca di giustizia. Leggo, scrivo e penso di continuo”.

È questa dunque ora la nuova vita di Fabrizio Corona, chiuso in una cella di una manciata di metri quadri insieme ad un’altra persona da cui riesce a stento a buttare l’occhio al di fuori della finestra, visto che a causa delle maglie troppo strette della rete che la circonda poco o nulla riesce ad intuire del mondo esterno. A proposito di esterno, sente che il mondo stia cambiando troppo velocemente e si rende conto di essere estraneo alle novità che si susseguono sulla terra, e la situazione non lo fa stare affatto bene. Inoltre, forse ingenuamente, ammette di non aver mai pensato di poter finire in carcere sul serio, non ha mai avuto fino in fondo il sentore che quanto stesse commettendo potesse costituire reato e ad oggi si sente costretto in una realtà che non aveva in alcun modo previsto.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto