Europa League, Dinamo Kiev vs Fiorentina 1-1

Europa League, Dinamo Kiev vs Fiorentina 1-1

La formazione di Montella agguanta un pari importante nel finale: qualificazione ancora aperta, decisivo il match di ritorno al Franchi


Viola all’ultimo respiro: Babacar agguanta il pareggio nel finale e mantiene viva la speranza di qualificazione alle semifinali. Buona prova della squadra di Montella dopo le ultime gare deludenti in campionato e Coppa Italia

DINAMO KIEV (4-3-3): Shovkovskiy; Danilo Silva, Dragovic, Khacheridi, Antunes (24′ p.t. Vida); Sydorchuk (23′ s.t. Belhanda), Rybalka; Yarmolenko, Buyalskiy (35′ s.t. Chumak), Lens; Teodorczyk. A disposizione: Rybka, Gusev, Kravets, Mbokani. Allenatore: Rebrov

FIORENTINA (4-3-3): Neto; Tomovic, Savic, Gonzalo Rodriguez, Alonso; Mati Fernandez, Badelj, Borja Valero (38′ s.t. Aquilani); Salah, Gomez (32′ s.t. Babacar), Joaquin (23′ s.t. Vargas). A disposizione: Tatarusanu, Richards, Pasqual, Ilicic. Allenatore: Montella

ARBITRO: Marciniak (Polonia)

MARCATORI: Lens (D) 36′ p.t.; Babacar (F) 47′ s.t.

AMMONITI: Dragovic (D), Gomez (F), Sydorchuk (D), Alonso (F), Khacheridi (D), Lens (D) Tomovic (F)

Babacar salva la Fiorentina. Al 92′ il giocatore della Viola rimetti in sesto un match ormai perso e fissa il risultato sull’1 a 1 che fa ben sperare per il ritorno a Firenze. La formazione di Montella si toglie di dosso la paura che nell’ultimo periodo l’aveva costretta a lasciare la coppa Italia per mano della Juventus e subire un netto passivo, per 3 a 0, contro il Napoli nella sfida di domenica scorsa alla stadio San Paolo.

Nel primo tempo è la Viola a tenere bene il campo e a gestire la partita ma sono gli uomini del tecnico Rebrov a portarsi in vantaggio con la rete di Lens al minuto 36 con un tiro dal limite che beffa Neto, complice la deviazione del compagno di squadra Tomovic.

La reazione dei toscani al rientro in campo dopo la pausa è sterile in quanto a occasioni pur mantenendo alto il livello di tensione. Il più pericolo è Borja Valero con un colpo di testa che si infrange sul palo mentre un deludente Mario Gomez viene sostituito da Babacar, mossa che si rivela decisiva per i viola che a partita ormai finita, al 47′ del secondo tempo, trovano il pari proprio con l’attaccante senegalese che trafigge all’ultimo istante Shovkovskiy.

LEGGI ANCHE: Europa League, Il Napoli stravince col Wolfsburg

S.G.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto