Emma Watson minacciata dopo il discorso pro-donne

Emma Watson minacciata dopo il discorso pro-donne

L’attrice rivela di aver ricevuto delle minacce nelle ore successive al discorso in difesa dei diritti delle donne pronunciato alle Nazione Unite lo scorso settembre


Emma Watson rivela di aver ricevuto delle minacce nelle ore immediatamente successive al discorso pronunciato nella sede delle Nazioni Unite di New York, in cui si professava ‘femminista’.

L’attrice di ‘Harry Potter’, fautrice della campagna ‘HeForShe’ in difesa dei diritti delle donne, ha affermato: “Molte persone a me vicine erano d’accordo con me sull’equità di genere ma non pensavano fosse un argomento tanto urgente. Dicevano… ‘Noi viviamo in Gran Bretagna, questo discorso appartiene al passato. Adesso stiamo bene. Abbiamo vinto le nostre battaglie’. Immediatamente dopo il mio discorso, quando mi sono pronunciata in difesa dei diritti delle donne, ho ricevuto delle minacce. Ho ricevuto delle minacce in meno di 12 ore.”

“Tutti erano sotto-shock e, in particolar modo, uno dei miei fratelli era davvero contrariato”.

Emma, inoltre, è stata vittima di uno sgraditissimo scherzo da parte di Rantic, un’agenzia di social marketing e PR, che ha lanciato una sorta di countdown prima della pubblicazione di alcune sue foto di nudo.

Nel corso di un botta e risposta live su Facebook, l’attrice ha affermato: “Un sito web minacciava di rilasciare delle foto di me nuda, con una sorta di countdown o non so. Ero certa che si trattasse di una bufala. Non esisteva alcuna foto”.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto